Come combattere il mal di schiena e ritrovare il benessere

Mal di schiena
di nixki di Getty Images via canva.com

A chiunque può capitare, di quando in quando, di soffrire di mal di schiena. Le cause alla base del problema sono tante, ma tra le più comuni rientrano le posture errate, la sedentarietà, il trascorrere molte ore immobili di fronte al monitor di un computer, il sollevare pesi eccessivi e in modo errato, l’effettuare operazioni ripetitive.

Per combattere il problema è necessario coniugare a un sano cambio delle proprie abitudini e del proprio stile di vita, alcune soluzioni volte a prevenire, contenere o ridurre il dolore. Ad esempio, si può unire a un’attività fisica costante l’uso di dispositivi massaggianti e riscaldanti, come il massaggiatore per la schiena di Komoder, il quale può essere usato in qualsiasi momento della giornata, in automobile, a casa o al lavoro.

Di seguito andremo a scoprire quali sono le principali soluzioni che possono aiutare a combattere il dolore alla schiena e a ritrovare il perduto benessere. Naturalmente, nel caso in cui queste semplici soluzioni non sortissero alcun effetto, i sintomi fossero molto intensi o vi fossero, alla base, patologie conclamate, sarebbe fondamentale evitare soluzioni fai da te e rivolgersi a un medico.

Mantenere una postura corretta

La postura incide profondamente sul benessere della schiena e non solo. Posture errate mantenute per molte ore consecutive, possono causare mal di schiena, mal di testa, acufeni, dolori a braccia e gambe. Inoltre, con il passare del tempo, possono causare deformazioni della colonna vertebrale e persino problemi agli organi interni.

Per questo motivo, controllare la propria postura in ogni momento della giornata è il primissimo passo da compiere se si desidera tenere sotto controllo lombalgie e cervicalgie causate da questo problema.

Fare movimento

Un ottimo metodo per prevenire il dolore alla schiena consiste nel combattere la sedentarietà e nel fare attività fisica costante. Questa può andare da dei veri e propri sport fino a una semplice camminata quotidiana a passo svelto.

Il movimento dovrebbe inoltre intervallare l’attività lavorativa, soprattutto se questa obbliga a mantenere la medesima posizione per molte ore. Ad esempio, per chi lavora al computer è consigliabile fare ogni ora una pausa per sgranchirsi le gambe e fare un po’ di stretching.

Dormire nella giusta posizione

Talvolta il mal di schiena è causato, favorito o accentuato dalle errate posture assunte durante il sonno.

Per non correre questo rischio, è necessario scegliere un cuscino di altezza adeguata e un materasso preferibilmente rigido o in grado di adattarsi alle forme del corpo. Utile inoltre posizionare un cuscino tra le gambe, se si dorme su un fianco, o dietro le ginocchia, se si dorme in posizione supina.

Massaggi e terapia del calore

Laddove il dolore fosse già presente o si fosse particolarmente predisposti, sarebbe possibile tenerlo a bada ricorrendo a massaggi e terapia del calore, entrambe utili per ridurre le contratture muscolari e rilassarsi.

Oltre a ricorrere all’aiuto di professionisti, è oggi possibile acquistare dispositivi che consentono di sottoporsi a queste pratiche anche a casa propria. Tra questi spiccano i sedili massaggianti, i quali, tramite la doppia azione riscaldante e massaggiante, rilassano e tonificano al contempo.

Total
0
Shares
Articoli correlati
P