Vacanze inclusive: Bergamo e Brescia unite nell’accessibilità

Vacanze inclusive: Bergamo e Brescia unite nell’accessibilità

(Adnkronos) – Bergamo, 26 giugno 2024- Bergamo e Brescia, pionieri nel turismo inclusivo grazie all’ambizioso progetto S.T.A.I. (Servizi per un Turismo Accessibile e Inclusivo), finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dalla Regione Lombardia. Il progetto mira a sviluppare un modello di turismo inclusivo nelle due città, rendendo accessibili la maggior parte degli itinerari turistici per tutti. Attraverso la riqualificazione di aree urbane e zone tradizionalmente difficili da percorrere, l’accessibilità e la fruibilità universale sono state notevolmente migliorate e pronte a diventare mete ambite per le vacanze estive. 

LA CICLOVIA DELLA CULTURA PER TUTTI, che attraversa alcuni dei luoghi più iconici e culturalmente rilevanti delle due province lombarde, è stata anch’essa oggetto di miglioramenti per garantire a tutti i visitatori un’esperienza piacevole e sicura per un percorso principale di 76 km, a cui si aggiungono diversi anelli culturali per altri 75 km. 

Piste ciclabili migliorate, segnaletica chiara e punti di informazione accessibili sono solo alcune delle novità introdotte per rendere questo itinerario ancora più fruibile. La ciclovia permette di fare un’esperienza di immersione nel paesaggio fra le due città, toccando aree collinari e lacustri (Lago d’Iseo) e intercettando 872 siti d’interesse culturale e naturalistico. La mappatura preliminare effettuata dall’associazione Free Wheels ha identificato le criticità lungo la Ciclovia, successivamente risolte per armonizzare le esigenze di accessibilità, fruibilità, sicurezza, comfort e mobilità “per tutti”. Questi miglioramenti hanno creato nuove opportunità culturali e di turismo accessibile per persone con disabilità e esigenze specifiche. 

In seguito alla fase di mappatura, il progetto si è posto l’obiettivo di rendere interamente accessibile l’itinerario principale di 76 km da Bergamo a Brescia, di mappare i punti di interesse, i servizi ristorativi e ricettivi lungo l’itinerario, di progettare ed eseguire gli interventi infrastrutturali necessari all’accessibilità del percorso. Il progetto infine è stato implementato con un servizio di assistenza e noleggio di hand-bike e propulsori elettrici per carrozzine e da mettere a disposizione degli utenti con disabilità motorie, grazie alla collaborazione con la Cooperativa Chimera. 

LA VIA DELLE SORELLE, un cammino di 130 chilometri, a tappe, che collega Brescia a Bergamo attraversando oltre 30 Comuni. Grazie ai nuovi interventi, il cammino è ora più accessibile e inclusivo, permettendo a persone con disabilità di vivere un’esperienza unica tra natura e cultura in particolare lungo gli anelli della Valle di Mompiano a Brescia e dei Colli di Bergamo . 

La peculiarità del Cammino è il rapporto con il paesaggio boschivo immerso in un contesto naturalistico di pregio. In quest’ottica, gli interventi sui territori di Bergamo e Brescia sono stati indirizzati ad innalzare il livello di sicurezza, e di accessibilità, mediante opere puntuali sul percorso che permettono agli utenti fragili la fruizione tramite l’esperienza diretta di tratti di sentiero nella natura, dove sono state installate opere d’arte contemporanee a carattere permanente realizzate in collaborazione con la comunità locale. Lungo i tratti degli anelli su strada invece, l’installazione di opportuna e speciale segnaletica, allerta gli automobilisti della presenza di un percorso utilizzato da utenti deboli, soprattutto in corrispondenza dei tratti con meno visibilità. 

PLASTICO ARCHITETTONICO DELLA BASILICA DI S. MARIA MAGGIORE A BERGAMO PER IPOVEDENTI
 

Il plastico architettonico della Basilica di Santa Maria Maggiore a Bergamo rappresenta un’importante innovazione per l’accessibilità culturale, dedicata in particolare agli ipovedenti. Questa dettagliata riproduzione in scala della storica basilica permette ai visitatori con disabilità visive di esplorare e comprendere le caratteristiche architettoniche dell’edificio attraverso il tatto. Ogni elemento del plastico è stato realizzato con attenzione ai dettagli, dalle imponenti facciate ai minuziosi rilievi decorativi, consentendo un’esperienza sensoriale unica. Questo progetto non solo facilita l’inclusione, ma promuove anche una maggiore consapevolezza dell’importanza dell’accessibilità nel patrimonio culturale. Visitare Bergamo e scoprire il plastico della Basilica di Santa Maria Maggiore diventa così un’esperienza arricchente per tutti, offrendo nuove prospettive su uno dei monumenti più significativi della città. Il modello 3D digitale è stato creato grazie a Skycrab, utilizzando 6000 fotogrammi realizzati con il drone e un software specifico di fotogrammetria 3D, che ha permesso una ricostruzione estremamente precisa e fedele alla realtà. Questo modello digitale è stato utilizzato come base per effettuare le operazioni di tornitura in ottone del modello 3D fisico ed ottenere una lavorazione identica alla realtà. 

LA NUOVA PAVIMENTAZIONE PER IL COLLEGAMENTO USCITA PARKING FARA-CORSAROLA
 

La città di Bergamo ha recentemente inaugurato una nuova pavimentazione per migliorare il collegamento tra l’uscita del parking Fara e la storica via Corsarola. Questo progetto, che fa parte di un più ampio piano di riqualificazione urbana, mira a facilitare l’accesso pedonale e a valorizzare ulteriormente il patrimonio culturale e architettonico della città. La nuova pavimentazione, realizzata con materiali e pietra di alta qualità della stessa manifattura di quelli già presenti in centro storico di Città Alta, garantisce una passeggiata sicura e piacevole per turisti e residenti, integrandosi armoniosamente con l’ambiente circostante e promuovendo una mobilità sostenibile nel cuore di Bergamo e permettendo il transito agevole delle carrozzine dall’uscita del parcheggio a via Corsarola. 

LA PASSEGGIATA ACCESSIBILE IN VAL TALEGGIO
 

Bergamo offre ai visitatori un’esperienza indimenticabile con la passeggiata accessibile in Val Taleggio, un gioiello naturale incastonato tra le montagne. Questo percorso, adatto a tutti, si snoda attraverso paesaggi mozzafiato, tra verdi vallate, ruscelli cristallini e pittoreschi borghi alpini. L’accessibilità del sentiero, permette anche a persone con mobilità ridotta di godere della bellezza incontaminata della valle. Durante la passeggiata, è possibile fermarsi in aree attrezzate per il picnic e ammirare le tradizionali baite in pietra, offrendo un’immersione totale nella tranquillità e nella natura della Val Taleggio. Non mancano le opportunità di assaporare prodotti tipici locali, come il famoso Taleggio DOP, tutto da assaporare nella frazione di inizio dell’itinerario. 

L’ANELLO ACCESSIBILE SUI COLLI DI SAN FERMO
 

Bergamo, con la sua affascinante miscela di storia e bellezze naturali, offre ai visitatori l’opportunità di esplorare l’incantevole anello accessibile sui colli di San Fermo. Questo percorso panoramico, immerso nel verde delle colline circostanti, è ideale per chi ama passeggiare all’aria aperta e desidera scoprire vedute mozzafiato sulla valle e sui paesaggi circostanti. Il sentiero è ben segnalato e adatto a tutte le età, rendendolo perfetto per una gita in famiglia o una tranquilla camminata in solitaria. Lungo il percorso, i visitatori possono godere di punti di sosta attrezzati, dove rilassarsi e ammirare la vista, oltre a incontrare scorci storici e naturali che raccontano la ricca tradizione del territorio bergamasco. Una visita a questo anello accessibile è un’esperienza imperdibile per chi desidera immergersi nella bellezza e nella serenità delle colline nella provincia di Bergamo. 

GLI ITINERARI ACCESSIBILI SUL LAGO DI GARDA
 

Grazie al progetto S.T.A.I, anche la sponda bresciana del Lago di Garda ha acquisito una maggiore accessibilità con la riqualificazione di alcuni percorsi urbani, grazie anche al posizionamento di segnaletica accessibile, che indica per quali tipologie di disabilità sono accessibili i punti di interesse che si incontrano: a Desenzano, Rivoltella e Sirmione con una passeggiata turistica delle località lacustri. E infine il percorso Bedizzole-Calvagese della riviera. 

LA NUOVA SEGNALETICA TURISTICA ACCESSIBILE A CLUSONE
 

Adagiato su un bell’altopiano della Valle Seriana, di cui ne costituisce il centro più importante, il ben conservato nucleo storico di Clusone è irregolarmente disposto su diversi livelli ed è caratterizzato da un singolare e labirintico intersecarsi di vicoli e strade minori. L’informazione lungo gli itinerari e i percorsi turistici è stata resa accessibile attraverso un approccio improntato al Universal Design con molteplici modalità di linguaggio: pannelli descrittivi dotati di qr code che permettono di approfondire caratteristiche e vicende di ogni monumento, in formato di testo, audioguide, videoguide LIS per disabilità uditive, audiodescrizioni per persone cieche, nonché animazioni in realtà aumentata dedicate ai bambini. 

GLI ITINERARI ACCESSIBILI IN VAL CAMONICA
 

La Val Camonica è una destinazione ideale per chi cerca itinerari accessibili immersi nella natura e nella storia. Questa valle incantevole offre percorsi che consentono a tutti di esplorare le sue meraviglie in piena comodità. È stato reso accessibile l’itinerario al Masso dei Corni Freschi a Darfo Boario Terme ma non solo: a Capo di Ponte nella provincia bresciana dove si trovano ben tre parchi archeologici, l’itinerario ai Massi di Cemmo ora è completamente accessibile anche alle persone con disabilità motorie. 

In Val Camonica, ogni visitatore può vivere un’esperienza unica, godendo delle bellezze naturali e storiche senza barriere. 

PUNTO INFORMAZIONI: L’ACCESSIBILITÀ DEGLI INFOPOINT
 

Gli infopoint turistici di Bergamo e Brescia sono stati mappati per verificarne l’accessibilità e la fruibilità per i turisti con disabilità e esigenze specifiche, rendendoli più accoglienti e capaci di rispondere ai bisogni di tutti i visitatori. In alcuni casi, tra cui l’infopoint di Brescia a Piazza del Foro e quello di Almenno S. Bartolomeo a San Tomè, sono state eliminate le barriere architettoniche per migliorare l’accesso. 

Per scoprire tutti i luoghi e gli itinerari accessibili realizzati grazie al progetto S.T.A.I., è disponibile una pagina dedicata sul portale di Lombardia Facile, punto di riferimento per il turismo inclusivo in Lombardia. Qui si possono trovare informazioni aggiornate, grazie ad una meticolosa mappatura, su strutture ricettive, ristorazione, attrazioni e servizi accessibili a tutti, senza limiti, e conoscere gli altri interventi realizzati. 

Total
0
Shares
Articoli correlati
P