I siti di make up sono tra i più cliccati dal pubblico femminile 

Oggetti make-up di Dids . di Pexels via canva.com
di Dids . di Pexels via canva.com

Negli ultimi anni, i comportamenti d’acquisto risultano profondamente cambiati. La fiducia nel digitale è aumentata, grazie all’apporto di tutti i portali che si sono impegnati a tutelare gli utenti, mostrandogli come fare shopping online in modo sicuro. A guidare la statistica dei “clic” sono soprattutto le donne: il pubblico femminile ama fare acquisti e adora ricevere a casa la corrispondenza, quasi come se fosse un regalo a sorpresa. L’apporto psicologico di questo aspetto non è da sottovalutare e non è un caso che molte campagne marketing puntino proprio a questo segmento di pubblico. 

Tra i campi più interessanti spiccano i siti di make up con diversi brand italiani e esteri tra le etichette più prestigiose: gli store, con un catalogo ampissimo, riescono ad intercettare i bisogni e crearne di nuovi mostrando le tendenze del momento.

Le donne sempre più appassionate di beauty 

I siti di make up sono in cima alle ricerche e le tendenze mostrano come gli acquisti non riguardino solamente i trucchi ma soprattutto prodotti skincare e soluzioni per prendersi cura di sé. Se il pubblico femminile guida le statistiche, non è da meno quello maschile che ha mostrato un interesse sempre più alto per la cura del proprio corpo con soluzioni ad hoc e mirate che hanno rivoluzionato il mercato. 

Una statistica ha rivelato che il 58% delle donne abbia acquistato almeno un prodotto make up negli ultimi 3 mesi mentre il 66% delle intervistate ha definito il proprio beauty case fondamentale nella quotidianità. E per quanto riguarda il budget? Non serve per forza spendere cifre esorbitanti: il 67% delle consumatrici attesta il proprio tetto massimo a circa 15 euro a prodotto, scartando di molto però per creme viso, skincare e profumi dove il budget sale oltre i 50 euro. 

 La tendenza che mostra le donne in cima agli acquisti in e-shop soprattutto in campo beauty non è da sottovalutare… ma perché ha avuto così tanto successo? 

La convenienza fa la differenza 

Una delle ragioni principali della popolarità dei siti di make-up è la convenienza dello shopping online: le consumatrici riescono a scoprire tantissimi prodotti diversi, sia italiani che stranieri, facendosi coccolare con una consegna a casa. Tutto avviene in pochi clic dal proprio smartphone: si possono leggere review, guardare tutorial, approfittare di scontistiche su misura… e questi risultano solo alcuni dei primi aspetti che saltano all’occhio. I prezzi? Sicuramente competitivi e convenienti. 

La ricerca dell’esclusività 

Molti siti di make-up hanno contratti esclusivi con brand che non risultano disponibili nei negozi fisici o su altre piattaforme di vendita. La leva del marketing in questo caso è potentissima e attira un pubblico alla ricerca di novità e articoli unici che possano distinguersi; si tratta di una strategia chiave per i marchi di bellezza che vogliono attrarre e mantenere l’attenzione dei consumatori in un mercato sempre più affollato.

L’influenza dei social 

I social network hanno una rilevanza nell’aumentare la fama dei siti di make-up: influencer e beauty blogger utilizzano piattaforme come Instagram, TikTok e YouTube per condividere recensioni di prodotti, tutorial di make-up e consigli di bellezza, indirizzando i loro follower verso specifici siti web per gli acquisti. Si tratta di una forma di marketing diretto che nel tempo ha mostrato la propria efficacia, superando persino la pubblicità tradizionale.  In particolare sono le micro influencer e le nano influencer con un numero di follower più basso ma un rapporto più umano e diretto con chi le segue a fare la differenza. 

L’importanza dell’inclusività

Non sottovalutiamo l’aspetto inclusivo: tutti amano trovare esattamente ciò di cui hanno bisogno ma negli store fisici, per una pura ragione di spazio non è possibile. I magazzini degli e-shop sono molto più spaziosi e in questo modo si possono catalogare tantissime referenze, per tipologia di pelle, colorazioni di carnagione e altre necessità.

Total
0
Shares
Articoli correlati
P