2 Marzo 2024

L’Alchimia Emotiva di “Na notte infame”: Un Viaggio nel Cuore della Musica di Piotta

2 minuti di lettura
Piotta, il nuovo album 'Na notte infame nel ricordo del fratello scrittore Fabio

Nel vibrante panorama musicale italiano, l’ultimo capolavoro di Tommaso Zanello, noto artisticamente come Piotta, emerge come un’opera di profonda introspezione e ricca di emozioni. Il suo nuovo album, “Na notte infame”, segna un punto di svolta nell’eccezionale carriera del cantautore e rapper, introducendo gli ascoltatori in un viaggio intimo attraverso il dolore, la memoria e il legame fraterno. Disponibile da venerdì 1 marzo su tutte le principali piattaforme digitali, nonché in formato CD e vinile, l’album è una pubblicazione di La Grande Onda, distribuita con cura da Altafonte e Artistfirst.

L’ispirazione di un Lutto Familiare

Al centro di questo decimo lavoro di studio troviamo un’ispirazione dolorosa ma profondamente trasformativa: la prematura scomparsa di Fabio, il fratello maggiore di Tommaso. La collaborazione tra i due fratelli ha lasciato un segno indelebile nella musica di Piotta; molti dei testi dell’album portano la firma di Fabio, e la sua voce apre commoventemente la prima traccia. “Na notte infame” si configura così come un percorso emotivo attraverso il complesso labirinto dei sentimenti fraterni, un mosaico di ricordi e esperienze vissute sotto le note evocative del pianoforte di Francesco Santalucia.

Una Narrazione Generazionale

Attraverso le undici tracce, Piotta non solo esplora il rapporto con il fratello ma anche le vicende personali e generazionali che hanno segnato la loro vita. Dai turbolenti anni di piombo alle vittorie dell’Italia sui campi di calcio mondiali, dalla caduta del Muro di Berlino all’esplosione culturale degli anni ’90 e l’affermazione dell’Hip-Hop italiano, l’album è un viaggio nel tempo che riflette le evoluzioni sociali e culturali del Paese.

Innovazione Musicale e Temi Profondi

Diversamente dalle precedenti produzioni, caratterizzate da toni più solari e ironici, “Na notte infame” si distingue per le sue atmosfere introspettive e consapevoli. La collaborazione con artisti del calibro dei Tiromancino e di Militant A degli Assalti Frontali, insieme all’uso di strumenti come il flauto traverso e arrangiamenti d’archi, arricchisce l’album di nuove sonorità. Temi come la fratellanza, il ricordo, l’amore e la lotta contro il femminicidio si intrecciano in un tessuto sonoro che spazia dall’electro al rap, dalla ballata al dub.

Dal Disco al Libro: Un Progetto Artistico Completo

“Na notte infame” non rappresenta solo un punto di arrivo ma anche il preludio a un nuovo capitolo nella carriera di Piotta. Il 19 marzo, infatti, verrà pubblicato per La Nave di Teseo “Corso Trieste”, il primo romanzo di Tommaso scritto a quattro mani con il fratello Fabio. Il libro, che si preannuncia come una colonna sonora letteraria dell’album, esplorerà ulteriori sfaccettature delle tematiche affrontate in musica, consolidando il legame indissolubile tra i due fratelli e la loro visione artistica.

Un’Esperienza Live da Non Perdere

L’uscita dell’album e del libro sarà accompagnata da un tour nei club italiani, con partenza il 15 marzo dal Viper Theatre di Firenze. Sarà un’occasione unica per vivere dal vivo l’intensità e la profondità delle nuove composizioni di Piotta, in un’atmosfera che promette di essere altrettanto coinvolgente e ispiratrice.

Conclusione

“Na notte infame” è più di un album: è un tributo, un diario di viaggio, una riflessione sulla vita e sull’arte. Piotta, con questo lavoro, si conferma non solo come uno degli artisti più innovativi e sensibili del panorama musicale italiano ma anche come un narratore capace di toccare corde profonde nell’animo degli ascoltatori. Un’opera da scoprire, ascoltare e riascoltare, per coglierne ogni sfumatura emotiva e ogni riferimento culturale, in un percorso di continua scoperta e apprezzamento.

Da non perdere!

P