7 Marzo 2024

Boom di malattie sessuali trasmesse in Europa: crescono casi sifilide, gonorrea e clamidia

1 minuto di lettura
Boom di malattie sessuali trasmesse in Europa: crescono casi sifilide, gonorrea e clamidia

(Adnkronos) –
Boom di infezioni sessualmente trasmissibili (Ist) in Europa. L’Ecdc, Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, rileva “un preoccupante aumento dei casi di sifilide, gonorrea e clamidia”. Gli ultimi rapporti epidemiologici annuali sull’andamento delle Ist in Unione europea/Spazio economico europeo indicano che “nel 2022 il numero di infezioni segnalate ha registrato una crescita significativa rispetto all’anno precedente, con un aumento del 48% per i casi di gonorrea, del 34% per quelli di sifilide e del 16% per la clamidia”. Inoltre “sono cresciuti notevolmente anche i casi di linfogranuloma venereo e di sifilide congenita”, trasmessa “dalla madre al feto”. Trend che per gli esperti evidenziano “la necessità urgente di un’azione immediata per prevenire un’ulteriore diffusione e mitigare l’impatto delle Ist sulla salute pubblica”.  

“Affrontare l’aumento sostanziale dei casi di Ist richiede attenzione urgente e sforzi concertati”, dichiara la direttrice dell’Ecdc, Andrea Ammon. “Test, trattamento e prevenzione sono al centro di qualsiasi strategia a lungo termine”, sottolinea, elencando “le priorità” per il contrasto alle Ist: “Educare alla salute sessuale, estendere l’accesso ai test e ai servizi terapeutici, combattere lo stigma associato” a queste infezioni. “Iniziative di educazione e sensibilizzazione – ammonisce Ammon – sono fondamentali per permettere alle persone di fare scelte informate sulla propria salute sessuale. Promuovere l’uso del preservativo e favorire un dialogo aperto sulle malattie sessualmente trasmissibili può aiutare a ridurne la velocità di trasmissione”.  

L’Ecdc ricorda che, “sebbene infezioni come la clamidia, la gonorrea e la sifilide siano curabili, possono comunque comportare gravi complicazioni se non trattate”. Fra i possibili rischi ci sono “la malattia infiammatoria pelvica o il dolore cronico”. Non solo: “La clamidia e la gonorrea possono portare alla sterilità, mentre la sifilide può causare problemi neurologici e cardiovascolari. La sifilide non trattata durante la gravidanza può provocare” nel nascituro “gravi conseguenze”. 

“Alla luce dell’aumento delle Ist in tutta Europa”, l’Ecdc esorta ad “adottare misure proattive per proteggere se stessi e i propri partner. I test per queste malattie, soprattutto per chi ha partner sessuali nuovi o multipli, sono essenziali per una diagnosi precoce e un trattamento tempestivo. Dato che alcune di queste infezioni possono essere asintomatiche e trasmesse senza saperlo, è importante che i partner sessuali si sottopongano a un test prima di fare sesso senza preservativo”. Ancora, “chi sospetta di avere contratto una Ist dovrebbe consultare immediatamente un medico, poiché una terapia tempestiva è cruciale per prevenire un’ulteriore trasmissione e possibili complicanze”. 

L’agenzia Ue insiste sull’importanza di “misure proattive per affrontare l’aumento dei tassi di Ist e proteggere la salute pubblica. Uno dei modi più efficaci per prevenire le malattie sessualmente trasmissibili è praticare sesso sicuro”, puntualizzano gli esperti, raccomandando “l’uso regolare e corretto del preservativo durante l’attività sessuale”. L’ultimo invito è a “una comunicazione aperta e onesta sulla salute sessuale con i partner”, che “può aiutare a ridurre il rischio di trasmissione di Ist e promuovere il benessere generale”. 

 

Da non perdere!

P