Perù, centinaia turisti bloccati a Machu Picchu a seguito proteste

Perù, centinaia turisti bloccati a Machu Picchu a seguito proteste -
Perù, centinaia turisti bloccati a Machu Picchu a seguito proteste –

(Adnkronos) – Circa 300 turisti provenienti da tutto il mondo sono rimasti bloccati nell’antica città di Machu Picchu, dopo che il Perù è precipitato in uno stato di emergenza in seguito alla cacciata del presidente. Il sindaco Darwin Baca ha affermato che tra i viaggiatori bloccati ci sono peruviani, altri sudamericani, statunitensi ed europei. “Abbiamo chiesto al governo di aiutarci con l’ausilio di elicotteri per evacuare i turisti”, ha detto Baca. “L’unico modo per entrare e uscire dalla città è il treno, e questi servizi sono sospesi fino a nuovo avviso”. 

I treni da e per Machu Picchu , il principale mezzo di accesso al sito Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, sono stati interrotti martedì, secondo una dichiarazione di PeruRail, l’operatore ferroviario del Perù nelle regioni meridionali e sudorientali del paese. 

L’ex presidente Pedro Castillo è stato messo sotto accusa e arrestato il 7 dicembre dopo aver annunciato il suo piano per sciogliere il Congresso. Almeno 22 le persone morte negli scontri tra i sostenitori dell’ex president e le forze della sicurezza. La presidente Dina Boluarte ha rivolto un appello alla calma e imposto un coprifuoco di almeno cinque giorni in 15 province. 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati
P