Torna il Mia Market, 500 progetti da tutto il mondo a Roma -
Torna il Mia Market, 500 progetti da tutto il mondo a Roma -

Torna il Mia Market, 500 progetti da tutto il mondo a Roma

(Adnkronos) – Il Mia | Mercato Internazionale Audiovisivo, sotto la nuova direzione di Gaia Tridente, presenta il programma della sua ottava edizione che si svolgerà a Roma dall’11 al 15 Ottobre 2022 a Palazzo Barberini e al Cinema Barberini. 

Nato nel 2015 per volontà di Anica (Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive e Digitali) presieduta da Francesco Rutelli e APA (Associazione Produttori Audiovisivi) presieduta da Giancarlo Leone, il MIA è oggi il più importante evento di settore in Italia ed è entrato a pieno titolo nell’agenda internazionale degli appuntamenti dedicati ai professionisti dell’audiovisivo che ne riconoscono la peculiarità di mercato concepito con cura editoriale. È attesa una grande partecipazione di top-players internazionali, tra cui le grandi piattaforme (Amazon, AppleTV+, Netflix, Paramount+, Tubi) e un ensemble di produttori, autori, distributori, agenti, studios che parteciperanno a un ricco programma di attività volte a sostenere le co-produzioni internazionali, la circolazione delle opere e dei talenti.  

Diverse le novità di questa edizione, come la nuova divisione editoriale dedicata all’Animazione che si va ad aggiungere a quelle dedicate a Doc&Factual, Drama e Film. E ancora il B2B Exchange, programma a supporto dell’industria audiovisiva Ucraina, la partnership con Comicon per l’individuazione di nuovi contenuti dal mondo del fumetto che possano diventare produzioni audiovisive e un ricco programma dedicato all’Innovazione per le Industrie creative. Anche quest’anno sarà attiva la piattaforma Mia Digital che consentirà agli accreditati di accedere anche da remoto a tutte le sessioni (in diretta e on-demand). 

Anche quest’anno i content showcase del Mia con le sezioni C EU Soon, GreenLit, Italian Animation Showcase, Italians Doc it Better, Italian Factual Showcase e What’s Next Italy, presenteranno in anteprima i titoli più attesi e interessanti della prossima stagione.  

Per la divisione Drama, torna GreenLit, l’evento glossy della sezione Drama, che presenta in anteprima internazionale uno showcase dedicato ai titoli italiani scripted più attesi della prossima stagione. Tra questi: La Storia, serie TV tratta dal capolavoro di Elsa Morante diretta da Francesca Archibugi e prodotta da Picomedia e Thalie Images in collaborazione con Rai Fiction, il crime-thriller Brennero, una coproduzione Rai Fiction-Cross Productions diretta da Davide Marengo e Giuseppe Bonito. Sky Studios presenta la serie che racconta il feroce omicidio senza movente di Luca Varani, uno dei casi di cronaca nera più sconvolgenti degli ultimi anni. Attualmente in sviluppo, la serie Sky Original La città dei vivi, una produzione Sky con CinemaUndici e Lungta Film, tratta dall’omonimo romanzo di Nicola Lagioia. Presentata anche la serie dramedy Sky Original prodotta da Sky e Groenlandia, Hanno ucciso l’uomo ragno–La vera storia degli 883 diretta da Sydney Sibilia, al suo debutto alla regia di una serie TV. La serie è ispirata alla vera storia di Max Pezzali e Mauro Repetto che hanno dato vita agli 883. 

Per la divisione Animazione sarà presentato l’Italian Animation Showcase appuntamento dedicato all’industria dell’animazione italiana. I titoli selezionati, quattro serie e tre film di lungometraggio, sono: Klincus, Baby Puffins & Bunny, The Sound Collector, Mini Pet Pals & Mini Dinos, Bartali’s Bicycle, Linda Veut du poulet, Copperbeak. 

Per la divisione DOC & Factual saranno presentati i progetti selezionati per Italians Doc it Better, lo showcase di documentari italiani ultimati nell’ultimo anno e non ancora distribuiti all’estero. Questi i titoli selezionati. L’estate di Joe, Liz e Richard di Sergio Naitza; A.P. Giannini- Bank to the Future di Valentina Signorelli e Cecilia Zoppelletto; Amate sponde di Egidio Eronico; Aiutami a fare da solo. L’idea Montessori di Maurizio Sciarra; Nel nome di Gerry Conlon di Lorenzo Moscia; Kill me if you can di Alex Infascelli; La scelta di Maria di Francesco Micciché; Lotta Continua di Tony Saccucci; Margherita. La voce delle stelle di Samuele Rossi; Sarura di Nicola Zambelli; Le ultime parole del boss di Raffaele Brunetti; Il tempo dei giganti di Lorenzo Conte e Davide Barletti. Per l’area factual invece all’interno della selezione Italian Factual Showcase saranno presentati alcuni tra i migliori format realizzati in Italia nell’ultimo anno, insieme a format originali inediti. Questi i titoli selezionati: Falegnami ad alta quota di Katia Bernardi, Davide Valentini; Re-Born di Daniele Cantalupo e Simone Cutri; The Clan of Classics di Fabrizio Razza. 

Per la divisione Film torna l’appuntamento storico con What’s Next Italy, il programma work-in-progress dedicato ai film italiani più recenti. I buyer internazionali avranno l’opportunità di vedere in anteprima trailer o scene dei film presentati dai registi, produttori e distributori. La selezione presenta tre opere prime e due opere seconde. I Titoli: Come pecore in mezzo ai lupi di Lyda Patitucci. Patagonia, debutto al lungometraggio di Simone Bozzelli. Giuseppe Battiston, al suo esordio alla regia con Io vivo altrove. Enrico Maria Artale è al suo secondo lungo in El Paraíso. Rossosperanza, opera seconda di Annarita Zambrano e Superluna di Federico Bondi. 

Tanti i panel in programma nei 5 giorni del Mia. Tra questi, la sezione Animation presenterà Defining The World Markets sulla produzione di animazione in Africa. Nel panel Working as Partners si parlerà di modelli e strategie per creare una co-produzione di successo. Nel panel Money & Soul interverranno gli executive dei maggiori network europei. Nell’incontro The Art of Releasing Contents si discuterà di “global vs local” nella produzione di contenuti di animazione e nelle strategie legate alla distribuzione. Alcune tra le maggiori società di produzione ed emittenti italiane discuteranno di un ecosistema industriale italiano dedicato a contenuti di animazione e live action nel panel New Models and Scenarios for the Italian Industry.  

La sezione Doc&Factual avrà un focus particolare sulle storie locali per audience globali. Si parlerà di come raccontare gli antieroi reali, di documentari sportivi e di film-making in zone di guerra in Film-making within a war dedicato all’Ucraina.  

I panel della divisione Drama riflettono sul tema delle produzioni globali per mercati locali. Si parlerà anche del potenziale del metaverso come spazio che favorisce la creazione di contenuti in grado di rivolgersi a spettatori molto giovani, e come nuova forma di business e di sfruttamento di IP e si rifletterà sul nuovo modello Fast, la televisione free ad-supported, e sulla continua ascesa dei servizi di streaming Avod.  

Tra i temi chiave dei panel della divisione Film, l’ecosistema globale di produzione di cinema indipendente, il futuro della distribuzione internazionale, lo stato dell’arte del cinema italiano. Una serie di panel trasversali, aperti a tutti i generi e formati presenti al MIA, va ad arricchire il programma con alcuni degli appuntamenti chiave dell’edizione 2022. Mai come in questa edizione sarà chiave la presenza dei broadcaster e delle piattaforme internazionali. The Alliance, l’alleanza dei broadcaster pubblici tra Rai, France Télévisions e ZDF, presenterà lo slate dei progetti realizzati e in via di sviluppo. Tra gli appuntamenti internazionali di questa edizione anche The Future of Storytelling in cui si analizzerà il percorso di Netflix fino ad oggi. Altro importante appuntamento sarà l’incontro con Amazon Studios. Grande spazio alle donne dell’audiovisivo nel panel Women’s Empowerment in Creative Industries. 

Quest’anno, nell’ottica di mantenere uno sguardo attento anche alla situazione geo-politica internazionale, il MIA ha intrapreso una iniziativa a sostegno dell’industria dei media e dell’intrattenimento Ucraina. Un ricco programma di contenuti, eventi e attività di mercato che coinvolgono i professionisti ucraini, e li pongono nuovamente al centro di conversazioni tra colleghi dell’industria audiovisiva globale. Il MIA ha realizzato un Ukrainian Hub all’interno di Palazzo Barberini, un ampio spazio gestito direttamente dalla delegazione ucraina e dedicato a ospitare business meeting, conversazioni con partner istituzionali ma anche più in generale come base di lavoro per tutti i professionisti ucraini presenti a Roma al MIA. 

Nel corso della cerimonia di premiazione verranno assegnati riconoscimenti a opere che partecipano al mercato di co-produzione del MIA. I partner dei premi sono: Paramount, ILBE, ARTE, Women in Film, Television and Media Italia-WIFTMI. Per i Content Showcase italiani sarà assegnato il premio Lazio Frames e per C EU Soon verrà scelto il progetto vincitore dello Screen International Buyers’ Choice Award. Tra i premi ospitati anche quello de La Bottega della Sceneggiatura promosso da Netflix e Premio Solinas. La cerimonia di premiazione sarà l’evento conclusivo della manifestazione e avrà luogo Sabato 15 ottobre presso il Cinema Barberini. 

P