Stefano Bandecchi (AP): “Alternativa Popolare sostituirà Forza Italia” -
Stefano Bandecchi (AP): “Alternativa Popolare sostituirà Forza Italia” -

Stefano Bandecchi (AP): “Alternativa Popolare sostituirà Forza Italia”

(Adnkronos) – Il Coordinatore di Alternativa Popolare, Stefano Bandecchi, è intervenuto su Cusano Italia Tv (canale 264 del digitale terrestre) affrontando diversi temi attuali e politici. 

Su Alternativa Popolare. “Alternativa Popolare oggi si candida a sostituire Forza Italia, che ha perso il suo appeal. Io oggi mi candido a sostituire Silvio Berlusconi. Ho scritto a Berlusconi di togliersi di torno i cattivi consiglieri e di unirsi ad Alternativa Popolare. Noi adesso stiamo lavorando per le Regionali del Lazio, chiaramente preferirei essere in una coalizione perché oggi credo molto in Fratelli d’Italia e ho aperto le trattative con loro. Poi parteciperemo a tutte le regionali e alle comunali, con Terni che mi sta particolarmente a cuore. Poi parteciperemo alle europee. Io penso che in Europa vadano mandati i migliori, è inutile dire che vogliamo un’Europa più italiana e poi continuiamo a mandare in Europa gli scarti dei partiti”. 

Su Berlusconi. “Conosco Berlusconi come politico e come statista. Quello che è stato detto ieri è in dissonanza con quello che pensa gran parte dell’Occidente. Le frasi che sono uscite sono gravissime. La cosa grave non è che abbia detto di essere amico di Putin, questo lo sapevamo. Per la prima volta in Occidente, ho sentito un politico importante dire che Putin è stato obbligato alla guerra perché Zelensky non è una brava persona e ho visto mettere a confronto Zelensky e Putin. Putin ha invaso il territorio ucraino e io credo che qui non ci sia nessuna giustificazione. Conosco bene le dinamiche all’interno di Forza Italia, che è un partito che vive un grave momento. Secondo me Berlusconi è stato portato a seguire le indicazioni della parte sbagliata, che io identificherei nella parte Ronzulliana. Credo che al PPE siano sconcertati da queste parole. Io credo che bisogna cominciare a guardare Alternativa Popolare. Più che di partiti oggi bisogna parlare di persone. Tajani può fare tranquillamente il ministro degli esteri, perché nonostante sia in una situazione in cui non può dire esattamente ciò che pensa, è un uomo democratico che sta tentando di salvare capra e cavoli. La Meloni potrà fidarsi di Tajani e dovrà scegliere uomini di Forza Italia che sono fedeli alla Nazione, all’Italia”. 

Sul nuovo governo. “Apprezzo il pragmatismo della Meloni, ho una grande stima per lei. Pur tirata per i capelli in mille risse, non ha ceduto minimamente a queste risse, è rimasta silenziosa, pacata. Il vero centrodestra oggi è diventato Fratelli d’Italia. Il patto nel centrodestra è che chi vince comanda, quindi oggi comanda la Meloni. La Meloni ha un’idea chiara: o si fa il governo o si va a votare a gennaio. L’Italia ha dei problemi oggettivi, bisogna sbrigarsi a fare il governo”. 

Ufficio stampa 

P