Striscia La Notizia: “Laudadio e cameraman aggrediti a sprangate” -

Striscia La Notizia: “Laudadio e cameraman aggrediti a sprangate”

(Adnkronos) – “Max Laudadio e uno dei suoi operatori sono stati presi a calci, pugni e bastonate durante la registrazione di un servizio” a Varese. E’ quanto denuncia Striscia La Notizia in una nota. “Entrambi sono finiti all’ospedale – informano dal programma in onda su Canale 5 – . Per l’inviato sette giorni di prognosi, mentre per l’operatore – a cui è andata peggio – naso rotto e venti giorni di prognosi”. La prossima edizione del tg satirico di Antonio Ricci è fissata per martedì 27 settembre 2022.  

“Laudadio è stato aggredito in un parcheggio di Varese, oggetto di un suo servizio, perché qui i gestori”, si legge nella nota di Striscia La Notizia, avrebbero “annullato i ticket dei clienti che vanno a pagare in contanti la sosta, alzando la sbarra manualmente per i soldi – si legge ancora in una nota -. Dopo il primo servizio del 25 aprile 2022, alla redazione di Striscia sono piovute decine di segnalazioni”. Racconta Max Laudadio: “Appena arrivato, il gestore ha cominciato a insultarmi e minacciarmi. Poi ha chiamato il fratello, che senza proferire parola è partito con una scarica di pugni e calci contro di me e poi contro l’operatore, a cui ha sbattuto violentemente la testa contro il muro, racconta l’inviato”.  

“Ma non è finita qui. Il colpo di grazia l’ha dato la signora – aggiunge l’inviato di Striscia La Notizia- che mentre eravamo ‘impegnati’ con il fratello è tornata e con un bastone di metallo ha rotto il naso all’operatore. Per fortuna, è arrivata la polizia, che ha preso i documenti di tutti e che speriamo dopo questo episodio avvii un’indagine, dato che l’anno scorso era finito tutto in un nulla di fatto”.  

Le immagini dell’aggressione saranno trasmesse prossimamente a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20.35). 

Post navigation

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

P