Ritenzione idrica? Ecco cosa fare -

Ritenzione idrica? Ecco cosa fare

La fine dell’estate ci riporta alla normalità e, soprattutto, ci fa fare i conti con le rilassatezze che ci siamo concessi durante il periodo di vacanza. Il mese di agosto, si sa, è accompagnato spesso da pasti improvvisati, scarsa idratazione o consumo di alcool in quantità maggiore rispetto a quanto siamo abituati.

In alcuni casi si inizia a sentire una certa sensazione di pesantezza, che magari accompagna un piccolo gonfiore delle gambe e un po’di formicolio. Se poi ci si aggiungono stanchezza e indolenzimento…beh, forse abbiamo tutti i sintomi dati dalla ritenzione idrica!

Questo disturbo causato da un eccessivo ristagno di liquidi nei tessuti, sintomo di un problema di drenaggio. La ritenzione idrica può essere generalizzata o localizzata, in quest’ultimo caso su addome, fianchi e gambe. Sono sufficienti piccole variazioni del proprio stile di vita per combattere questa condizione, in particolar modo quando si manifesta in maniera leggere. 

Nei casi più gravi, tuttavia, diviene essenziale l’uso di un integratore contro la ritenzione idrica come Zeta Dren. Questo tipo di integratore a base di estratti naturali, già disponibile nelle migliori farmacie online come www.farmaciamato.it, depura l’organismo e combatte i casi di ritenzione idrica, cellulite o sovrappeso.

Cause e sintomi della ritenzione idrica

Tralasciando le cause dovute a patologie o disfunzioni organiche, il maggiore responsabile della comparsa della ritenzione idrica è uno stile di vita scorretto. Cattive abitudini come il vizio del fumo o un eccessivo consumo di superalcolici si aggiungono a:

  • Regime alimentare squilibrato;
  • Sovrappeso;
  • Scarsa attività fisica;
  • Vestire con abiti troppo stretti.

Ad ogni modo, la ritenzione idrica può essere scatenata anche da altri fattori, fra i quali troviamo di certo l’arrivo del ciclo mestruale o l’inizio di una gravidanza, un uso frequente di cortisone e terapie ormonali o un cattivo microcircolo.

Anche dal punto di vista della sintomatologia, la ritenzione idrica è una condizione multiforme. Vi sono, infatti, sintomi comuni per molti ma non tutti hanno sempre gli stessi sintomi. Ad esempio:

  • Gonfiore agli arti inferiori;
  • Presenza di edemi;
  • Lucidità eccessiva della pelle;
  • Limitazione delle capacità di movimento;
  • Disturbi gastrointestinali;
  • Difficoltà nella respirazione (nei casi più gravi).

Questi sintomi, dunque, possono presentarsi tutti nello stesso momento o singolarmente, anche in base alla zona più colpita. I disturbi intestinali, ad esempio, dimostrano una condizione più grave nella zona addominale mentre una limitazione della capacità di movimento è spesso associata alla ritenzione idrica che colpisce le caviglie.

Combattere la ritenzione idrica con la dieta

Come detto in precedenza, una cattiva alimentazione è riconosciuta all’unanimità come una delle cause principali della ritenzione idrica. Ma cosa si può mangiare per ridurre la ritenzione idrica? Non esiste un alimento specifico da assumere per combattere questa situazione, ma una serie di regole auree ci aiuteranno ad eliminare il problema:

  • Inserire alimenti ricchi di fibre nel proprio regime alimentare (presente anche nei legumi e nei cereali);
  • Consumare frutta e verdura a volontà;
  • Evitare piatti salati, poiché un eccesso di sodio è concausa della ritenzione idrica;
  • Allontanare superalcolici e bevande gassate.

Oltre alle accortezze in tavola vi sono poi alcuni comportamenti virtuosi da adottare per prevenire il rischio di comparsa o ridurre i sintomi lievi della ritenzione idrica come:

  • Introdurre nella propria quotidianità della sana attività fisica (lunghe passeggiate a ritmo sostenuto sono l’ideale);
  • Non trascorrere lunghe ore in piedi senza riposo;
  • Bere almeno 1,5/2 litri di acqua al giorno, meglio se oligominerale;
  • Coccolarsi con tisane agli estratti naturali, perfette per favorire il drenaggio dei liquidi e utili anche contro la cellulite.
  • Assumere integratori di magnesio e potassio, per riequilibrare il rapporto fra questi due nutrienti e la quantità di sodio presente nell’organismo.

In definitiva, un buon equilibrio fra sane abitudini, corretto regime alimentare e sapiente integrazione di minerali è la soluzione perfetta per allontanare una volta per tutte la ritenzione idrica!

Post navigation

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

P