Festival Nazionale dell’Economia Civile, proposte e idee per una nuova sanità post pandemia

(Adnkronos) – Tra i molteplici temi toccati nel corso della 4ª edizione del Festival Nazionale dell’Economia Civile c’è anche quello della salute, inevitabilmente collegato alla situazione che il nostro Paese sta vivendo nel post pandemia. 

Nel panel, moderato da Emanuela Bonchino (Giornalista RaiNews24), sono intervenuti Massimo Mercati (Presidente di A.Fa.M. Farmacie Comunali di Firenze), Antonio Gaudioso (Capo della Segreteria Tecnica del Ministro della Salute) e Marco Elefanti (Direttore Generale Fondazione Policlinico Agostino Gemelli), dando risposta alla domanda centrale: cosa è cambiato e cosa cambierà nella filosofia e nella struttura organizzativa della sanità italiana? 

«Con il covid – secondo Massimo Mercati – sta cambiando la percezione della farmacia. È sempre più evidente, infatti, la necessità di una sanità di prossimità nei quartieri. Questo, però, non può essere fatto se non all’interno di una governance generale che superi le problematiche dovute alla regionalizzazione, le stesse che non permettono un’uniformità territoriale. Questo non aiuta l’opera sul territorio nazionale. C’è quindi necessità di uniformare l’approccio sui diversi territori con un sistema sanitario che sappia riconoscere le diversità». 

Marco Elefanti ha invece sottolineato: «La sanità ha vissuto con grande intensità l’esperienza del covid, con tutte le implicazioni connesse. Ha, infatti, appreso e cambiato i propri modelli organizzativi e sa meglio dove e come destinare risorse per rivedere e migliorare le strutture». 

«Durante il Festival Nazionale dell’Economia Civile – ha aggiunto Elefanti –si è sempre parlato molto del tema delle diseguaglianze e penso che anche nel nostro settore ce ne siano. La Fondazione Gemelli ha una natura privata e no profit. Questa tipologia di struttura andrebbe differenziata da quelle profit. Noi non abbiamo fini di lucro, reinvestiamo le risorse e non facciamo scelte convenienti in ambito clinico. Andremmo considerati in maniera un po’ diversa rispetto ai privati, anche nell’ottica dei fondi che arriveranno dal PNRR». 

Ufficio Stampa Festival Nazionale dell’Economia Civile 

Stefano Testini 3356138145 

Stefania Salustri 3357919949 

Patrizia Vallecchi 3356334169 

Matteo Spinelli 3347661138 Patrizia Barsotti 3351242065 ufficiostampa@festivalnazionaleeconomiacivile.it 

 

Post navigation

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

P