Belotti verso la Roma? Il secondo grande colpo dei giallorossi a costo zero

Andrea Belotti verso l’AS Roma? L’affare sembra ormai in dirittura d’arrivo. Il centravanti, attualmente svincolato dopo l’esperienza al Torino, potrebbe rappresentare un importante tassello per il reparto offensivo dei giallorossi. 

Per lui sarebbe pronto un contratto da 3 milioni di euro a stagione netti, così come svela Repubblica sull’edizione odierna. 

Per il giocatore sarebbe un’importante esperienza anche dal punto di vista professionale, non avendo ancora assaporato pienamente i palcoscenici europei.

Soltanto un’esperienza in Europa League per “Il Gallo” nella stagione 2019/2020 con sei reti in altrettante presenze.

Quella in giallorosso sarebbe per lui anche un’avventura importante per quanto riguarda l’azzurro della Nazionale, dove molte volte gli è mancato quel pizzico di “cattiveria” agonistica pur avendo fatto parte della squadra campione d’Europa nel 2021.

Dopo Dybala, quello di Belotti sarebbe l’ennesimo colpo di mercato a costo zero della Roma di Mourinho. 

I giallorossi possono sognare in grande, considerato anche che è quasi fatta per Georginio Wijnaldum del PSG. Il centrocampista ha già detto di si, potrebbe anche rinunciare ai bonus e il passaggio sarebbe anche agevolato dal possibile intervento dei parigini per il discorso stipendio, accollandosi una parte dell’ingaggio del giocatore.

Centrocampo che già nei giorni scorsi si era rafforzato con l’ingaggio di Nemanja Matic.

La Roma punta allo scudetto: le analogie con il 2001

Gli ultimi due possibili arrivi in casa giallorossa fanno sognare i tifosi giallorossi, rievocando i sogni di uno scudetto che manca ormai da oltre vent’anni: l’ultimo risale alla stagione 2000-2001.

Problemi di abbondanza? In una stagione impegnativa come quella dei giallorossi, per Mourinho sarà importante avere una rosa all’altezza con ricambi adeguati per ogni reparto. Tra turnover e infortuni, il tecnico portoghese annovera una rosa di tutto rispetto. Ci sarà da sfoltire l’organico sicuramente, ma la Roma di questa stagione ricorda molto, almeno sulla carta, quella del terzo scudetto.

Se Belotti non rappresenterebbe la prima scelta per l’attacco a favore di Abraham, basta ricordare che in quel torneo, Fabio Capello annoverava in attacco Totti, Batistuta (appena arrivato dalla Fiorentina a suon di miliardi di lire), Delvecchio, Montella e Balbo

Senza tralasciare gli altri elementi della rosa, competitiva anche in panchina. 

Analogie ci sono anche per il capitolo allenatore: sia Capello che Mourinho sono entrambi due vincenti.

Total
19
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Covid oggi Lazio, 1.853 contagi: a Roma 953 casi

Articolo successivo

Marcell Jacobs, esame ok dopo infortunio: news su allenamento ed Europei

Articoli correlati
P