Dl Aiuti, governo chiede rinvio seduta: lancio di fascicoli da banchi Fdi

(Adnkronos) –
Lancio di fascicoli dai banchi di Fratelli d’Italia dopo che il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Federico D’Incà, ha chiesto di rinviare alle 14 la seduta della Camera, con al primo punto all’ordine del giorno l’esame del decreto legge Aiuti. La vicepresidente della Camera, Maria Edera Spadoni, presidente di turno dell’Assemblea, ha richiamato all’ordine i deputati di Fdi Monica Ciaburro, Paola Frassinetti, Riccardo Zucconi e Paolo Trancassini. 

“Vi vedo abbastanza effervescenti – ha affermato quest’ultimo rivolgendosi ai banchi del centrosinistra – e non credo che sia soltanto perché l’onorevole Fiano tema che noi battiamo il suo precedente record di lancio del fascicolo, che detiene dalla Finanziaria di tre anni fa, quando andò clamorosamente a segno nei confronti del presidente della Camera. Noi non abbiamo le lunghe leve del collega Fiano e non siamo arrivati a bersaglio”.  

“Parlerò a favore” della richiesta di rinvio, ha replicato dai banchi di Leu Nico Stumpo, “soltanto che dopo qualcuno del Gruppo di Fratelli d’Italia chieda scusa al ministro per il lancio di oggetti, altrimenti non c’è bisogno di parlare a favore, si può anche votare”.  

La Camera ha approvato la richiesta del governo di rinviare alle 14 l’esame di tutti gli argomenti all’ordine del giorno della seduta, a partire dal decreto legge Aiuti. 

In precedenza era stata invece respinta la proposta di Fratelli d’Italia di passare all’esame del terzo punto in agenda, vale a dire la mozione sulla carenza di lavoratori nei settori del turismo e dell’agricoltura. Il presidente della Camera, Roberto Fico, ha invece convocato la Conferenza dei capigruppo prima della ripresa della seduta, accogliendo la richiesta venuta da Fdi. 

Prosegue dunque il confronto all’interno della maggioranza per trovare un accordo sul decreto legge Aiuti e arrivare all’approvazione in prima lettura anche senza far ricorso alla fiducia. 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

L’Italia ama il car sharing: ecco come i 905.000 utenti italiani di SHARE NOW usano il servizio

Articolo successivo

Gas russo, von der Leyen: "Ue si prepari a nuovi tagli"

Articoli correlati
P