Cosa valutare per l’assicurazione auto? Cosa comprende una buona assicurazione e cosa tenere in considerazione

Assicurazione Auto
Assicurazione Auto

Le offerte delle compagnie assicuratrici sono innumerevoli e di ogni tipologia, che diventa assai complesso selezionare quella migliore.

Infatti per aiutarti a scegliere ci sono dei parametri da prendere in considerazione se si vuole cambiare assicurazione auto.

Valutare con attenzione ogni caratteristica e parametro è indispensabile per risparmiare sulla propria polizza assicurativa. Ma come si può fare?

In questo articolo andremo ad approfondire l’argomento, spiegando cosa valutare per la propria assicurazione, e quali sono le caratteristiche da tenere a mente in fase di scelta.

Per cambiare assicurazione auto è necessaria la disdetta?

Prima di comprendere quali sono le caratteristiche da tenere in considerazione per selezionare la migliore assicurazione auto, è bene sapere se bisogna dare la disdetta.

Dal 2013 infatti è stato eliminato il tacito rinnovo per le polizze RC auto, questo significa che si può cambiare la propria assicurazione senza dare disdetta alla vecchia compagnia.

Alla scadenza della polizza è possibile scegliere se rinnovare con la medesima agenzia, oppure trovare un’offerta maggiormente conveniente.

Le offerte più convenienti sono sicuramente quelle che permettono il cambio online, poiché vengono eliminati numerosi passaggi superflui.

Un esempio può essere cambiare assicurazione auto online con Switcho, in modo davvero facile e veloce. Il tutto è possibile semplicemente registrando il proprio veicolo e ricevendo le migliori offerte, dopodiché si potrà acquistare la polizza prescelta.

Facendo la procedura online non si risparmierà solo denaro ma anche tempo prezioso, poiché la procedura è guidata in ogni passaggio.

Cambiare assicurazione auto: quali parametri considerare

Quando si vuole cambiare assicurazione auto si pensa che il prezzo sia l’elemento più importante da considerare, invece si tratta di un errore.

È bene considerare il rapporto tra il premio offerto e le coperture incluse nella polizza. Un altro aspetto da tenere presente è il massimale e la franchigia. Il primo indica la cifra massima che la compagnia risarcisce in caso di sinistro, in base al valore minimo stabilito dalla legge. Mentre la franchigia indica la cifra minima oltre la quale l’assicurazione inizierà a risarcirti.

In fase di scelta della polizza assicurativa per auto e moto c’è da considerare anche la scadenza della stessa, se questa ha una scadenza semestrale o annuale. Il tutto va scelto in base anche alle proprie disponibilità economiche e preferenze.

Altri aspetti da considerare sono le tipologie e il numero di coperture incluse nell’assicurazione, tra queste possono rientrare ad esempio: i cristalli, l’assistenza stradale, gli atti vandalici, furto e incendio e tante altre.

Più saranno le coperture selezionate, maggiore sarà il prezzo della propria polizza, ricordando che la più semplice e obbligatoria è la polizza RCA (Responsabilità Civile Autoveicoli), e che senza di questa non è possibile circolare con la propria auto o la propria moto.

Come cambiare assicurazione auto RCA o eseguire il rinnovo

Ma quali sono i passaggi da compiere se si vuole cambiare assicurazione auto? Noi consigliamo di richiedere dei preventivi ad altre compagnie prima della scadenza della polizza.

In questo modo si avrà comunque la copertura della precedente assicurazione, senza rischiare pesanti sanzioni. Dopo la scadenza comunque si hanno 15 giorni a disposizione, in cui continua ad avere la sua validità la precedente polizza.

Alle ventiquattro ore del quindicesimo giorno la polizza scadrà e da quel momento non si potrà più circolare.

Quindi, al momento di selezionare una nuova assicurazione RCA puoi scegliere se rinnovare con la tua attuale compagnia, oppure cambiare.

In ogni caso, è bene valutare tutti i parametri che abbiamo indicato nel precedente paragrafo, così da scegliere al meglio e senza difficoltà.

Il tutto deve essere rapportato in base alle proprie esigenze e necessità, e dell’uso che si fa del proprio autoveicolo.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Prezzo benzina e diesel, oggi nuovo calo in Italia

Articolo successivo

Gilberto Ballerini: «Sempre più italiani con disturbi dell’udito: fondamentale la prevenzione, ma non trascuriamo i campanelli d’allarme»

Articoli correlati
P