La perdita massiccia di biodiversità potrebbe mandare in crisi l’economia mondiale

(Adnkronos) – La perdita massiccia di biodiversità a livello globale potrebbe causare, entro la fine del decennio, un danno economico tale da ridurre drasticamente più della metà dei rating sovrani mondiali. E’ quanto emerge da un report della SOAS University, che spiega come un collasso parziale degli ecosistemi chiave potrebbe danneggiare le industrie dipendenti dalla natura, come l’agricoltura e la pesca. Secondo le stime, l’impatto negativo porterebbe il 58% dei 26 Paesi presi in esame a subire un declassamento del proprio rating sovrano. 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Il Canada mette fuori legge la plastica usa e getta

Articolo successivo

Gli esperti, 'diffondere gli strumenti per prevenire la meningite'

Articoli correlati
P