Italiani: appassionati di salmone, soprattutto se norvegese!

(Adnkronos) –
• Gli italiani si rivelano consumatori sempre più orientati al salmone
 

• La penetrazione del salmone nel mercato italiano è pari al 73,1%; il sushi si conferma una modalità di consumo tra le preferite per il 38%
 

• Online, benessere e attenzione alla sostenibilità: i trend per il prossimo futuro
 

Milano, 20 giugno 2022- In occasione dell’annuale seminario sul salmone norvegese organizzato dal Norwegian Seafood Council – tenutosi mercoledì 15 giugno 2022 presso Palazzo Stelline a Milano –con un saluto iniziale dell’ambasciatore della Reale Ambasciata di Norvegia, Johan Vibe, alla presenza dei rappresentanti dell’industria, del settore retail e horeca del mercato ittico, sono stati illustrati i trend di mercato del 2021, i consumi e le vendite del salmone in Italia, con uno sguardo agli scenari futuri del settore e le nuove abitudini dei consumatori italiani. 

Dai dati presentati durante il seminario, per quanto riguarda il mercato del salmone è emerso un aumento considerevole delle esportazioni dirette di salmone norvegese in Italia, registrando un + 188%* in termini di volume nell’ultimo decennio, dal 2011 al 2021.
 

Inoltre, il cliente italiano rimane un consumatore sempre più orientato al salmone. Questo trend è confermato nell’anno 2021 e nella prima parte del 2022, e tutti i parametri di consumo sono in crescita**:  

• frequenza di acquisto del salmone pari al +4,3%,  

• spesa di salmone per acquirente è pari a +5,9%  

• penetrazione del salmone rispetto ai prodotti ittici pari a 73,1% 

Questa dinamica conferma quanto il salmone continui ad essere tra gli alimenti preferiti dagli italiani in tutte le sue tipologie dal salmone affumicato (59,7% della penetrazione del mercato del salmone) al salmone fresco (30,1%) fino a quello congelato (15,2%).
 

Dai dati presentati della ricerca GFK Changes in buying behavior and opportunities for Salmon in Italy** è emerso il trend positivo da parte degli italiani relativo al consumo Out Of Home: in particolare la richiesta dei piatti di pesce è pari al 46 % e si conferma l’interesse da parte degli italiani per la cucina giapponese, con un consumo di sushi pari al 38%***. 

Inoltre, da un’indagine svolta dal Norwegian Seafood Council in 27 mercati a livello globale, è emerso che7 consumatori su 10 danno molta importanza all’origine di un prodotto, che diventa uno dei fattori determinanti nella scelta di acquisto dei prodotti ittici. Grazie al marchio “Seafood From
Norway” che rappresenta il simbolo di origine di tutti i prodotti ittici norvegesi per ogni consumatore è facile acquistare prodotti sicuri e di qualità, come ovviamente il salmone norvegese, allevato in maniera sostenibile nelle limpide acque fredde della Norvegia.  

“Sappiamo quanto i consumatori siano sempre più attenti alle tematiche ambientali e quanto sia sempre più rilevante l’origine di un prodotto. Il nostro marchio ci consente di accrescere la fiducia dei consumatorii riguardo l’affidabilità del salmone norvegese.” dichiara Gunvar Lenhard Wie, Direttore Italia del Norwegian Seafood Council. “Grazie al connubio tra la nostra esperienza secolare e le tecnologie avanzate di cui disponiamo possiamo promuovere uno sviluppo sicuro e salutare della nostra acquacoltura norvegese”. 

MA QUALI SONO GLI SCENARI PER IL FUTURO?
 

Per proseguire il trend positivo di crescita nel mercato italiano è sicuramente necessario essere presenti nei canali emergenti della GDO(come l’online) che si sono distinti durante l’ultimo periodo per qualità, convenienza e praticità in fase di acquisto. 

Ma non solo! I consumatori italiani sono sempre più esigenti e seguono dinamiche di acquisto legate al benessere riconoscendo il salmone norvegese come pesce sano e ingrediente ideale per un’alimentazione corretta a tutte le età, in quanto fonte di Omega 3 e ricco di proteine nobili, sali minerali e vitamine. 

Infine, è fondamentale ampliare il target e rivolgersi anche a quei consumatori sempre più sensibili verso i prodotti sostenibili. In questo contesto, è fondamentale sottolineare quanto l’acquacoltura norvegese, sia all’avanguardia rispetto ad altri paesi: ogni allevamento è rigorosamente tenuto sotto controllo tramite un programma di ispezioni regolari e di analisi di laboratorio che hanno lo scopo di verificare gli aspetti ambientali, lo stato di salute e la qualità dei pesci. Basti pensare che secondo un ultimo studio il 99%del salmone norvegese d’allevamento è stato prodotto senza alcun trattamento antibiotico, un traguardo importante che rappresenta una garanzia di qualità e sostenibilità per i consumatori.  

“Per il Norwegian Seafood Council è importante promuovere la cultura del pesce norvegese in Italia, ed in particolare quella del salmone, un alimento sano, versatile e di qualità” commenta Gunvar Lenhard Wie, Direttore Italia del Norwegian Seafood Council. “I risultati positivi riscontrati in questo ultimo periodo ci stimolano a impegnarci sempre di più per confermare questo trend di crescita”. 

Contatti per la stampa
 

Omnicom PR Group
 

Via Leto Pomponio, 3/5 – 20146 Milano 

Sonia Silvani: +39 348 4848208 

Valentina Rizzotti: +39 338 5713982 

Sante Di Giannantonio+39 3313394109 

E-mail: italy.nsc@omnicomprgroup.com
 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

5G New Calling: Huawei, China Mobile, and iFLYTEK Realize Barrier-free Calling

Articolo successivo

RICHARD MCLAREN PROVIDES BOXING WITH FRAMEWORK FOR REFORM

Articoli correlati
P