Domani Giornata nazionale endocrinologia, focus sulle donne

(Adnkronos) – Patologie diffusissime come obesità, diabete, malattie della tiroide, tumori, deficit dell’ormone della crescita, infertilità e osteoporosi sono tutte connesse a squilibri ormonali. “In Italia il 40% delle malattie internistiche coinvolgono direttamente o indirettamente il sistema endocrino – afferma Salvatore Cannavò, segretario della Società italiana di endocrinologia (Sie) – Malattie che hanno un notevole impatto dal punto di vista epidemiologico sulla salute delle popolazioni, perché in grado di alterare la qualità della vita, oltre che essere responsabili di disabilità a lungo termine”. Le stime Sie parlano di circa 400 patologie endocrine tra cui disturbi della fertilità, problemi nell’età adolescenziale (sviluppo puberale), malattie rare e disturbi legati a menopausa e post-menopausa. E proprio alle patologie endocrine di genere è rivolta la Giornata nazionale dell’endocrinologia, quest’anno alla prima edizione, promossa dalla Sie e in programma domani in tutta Italia. Obiettivo: “Rispondere alle donne sulla prevenzione a tutte le età”, come riporta la locandina ed evidenzia l’hashtag #SièconleDonne.  

Interamente dedicata alla prevenzione e all’informazione, “l’iniziativa vuole dare risalto a queste patologie – sottolinea Cannavò, professore ordinario di Endocrinologia all’Università di Messina e direttore Uoc Endocrinologia del Policlinico Gaetano Martino di Messina – con una serie di attività nei vari centri, con ambulatori dedicati e la distribuzione di materiale informativo”. Per ricevere le informazioni, è possibile scrivere anche all’indirizzo donne@societaitalianadiendocrinologia.it. 

Tutte le malattie “cronico degenerative senili, tumori, patologie cardiovascolari hanno nell’obesità, nel diabete e nella dislipidemia il primo trigger per svilupparsi in malattie di organo”, aggiunge Annamaria Colao, presidente della Sie, docente ordinario di Endocrinologia e direttore Uoc di Endocrinologia, Diabetologia e Andrologia presso l’Azienda universitaria Policlinico Federico II di Napoli. Non solo, “anche il cuore produce ormoni che regolano l’eliminazione del sodio e dell’acqua e abbassano la pressione arteriosa – rimarca la specialista – Il sistema endocrino è universale, insieme a quello immunitario e nervoso regola tutto l’organismo. Tuttavia, gran parte della classe medica ignora l’importanza dell’equilibrio ormonale. Da qui l’idea di promuovere una giornata dedicata alla prevenzione della malattie endocrine che colpiscono in particolare le donne, perché uomini e donne hanno ormoni diversi”.  

La data dell’iniziativa, 24 giugno, non è stata scelta a caso: “Dal 23 al 26 giugno, per il secondo anno, a Napoli si svolge ‘Donne’, il Festival della salute e del benessere femminile con tanti ospiti, visite gratuite, tavole rotonde in piazza Municipio. Per questo motivo la Giornata nazionale dell’endocrinologia rivolta alle donne è stata pensata in concomitanza con questo evento”, conclude Colao. 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Sanità, Assosistema: 'Dopo pandemia e rincari energia Codice appalti inadeguato'

Articolo successivo

Neoplasie mieloproliferative, tornare alla vita è più facile con associazioni pazienti

Articoli correlati
P