Come la Germania anche i Paesi Bassi rispondono alla crisi energetica con il carbone

(Adnkronos) – I Paesi Bassi si preparano ad un’eventuale emergenza energetica invernale, lanciando il nuovo piano di protezione e recupero del gas che consiste in una serie di misure per diversificare le proprie fonti e in concomitanza ridurre i consumi. Il piano prevede di revocare i limiti alla produzione termoelettrica a carbone dal 2022 al 2024 con effetto immediato. Ciò significa che le centrali già attive potranno nuovamente lavorare a pieno regime. Il governo ha assicurato che il conseguente aumento di CO2 verrà tamponato da misure di compensazione per rendere meno pesante l’impatto ambientale. 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Allarme zecche in Italia

Articolo successivo

Il Niger vittima di una carestia frutto della crisi climatica

Articoli correlati
P