Ciceri: “Car-T nuova frontiera contro linfoma, leucemia linfoblastica e mieloma”

(Adnkronos) – “Le Car-T sono l’ultima frontiera dell’immunoterapia. I T sono i linfociti in grado di uccidere il tumore, noi siamo in grado di armarli di un recettore contro un antigene specifico di un tumore. Il Car è un antigene chimerico che in un modo altamente efficiente riconosce il tumore e permette al linfocita di ucciderlo. Oggi questa nuova frontiera è in grado di curare pazienti con linfoma, leucemia linfoblasica e mieloma altrimenti incurabili, realizzando delle definitive eradicazioni della malattia dal corpo in pazienti che non avevano risposto ad altre terapie”. Così Fabio Ciceri, Presidente Gitmo, Gruppo italiano per il trapianto di midollo osseo e direttore unità di ematologia trapianto di midollo osseo, Irccs Ospedale San Raffaele di Milano, a margine dell’iniziativa ‘Molte vite ricominciano dalla ricerca’ nella Giornata Nazionale per la lotta contro leucemie, linfomi e mieloma.  

“La terapia con Car-T – ha aggiunto Ciceri – è oggi in più farmaci registrati per la cura di linfomi diffusi a grandi cellule, altre forme di linfoma, la leucemia linfoblastica e il mieloma. Nella prospettiva immediata futura c’è lo sviluppo degli stessi Car-T contro tumori solidi e altre forme di tumori ematologici. Ci aspettiamo di estendere a queste altre malattie gli stessi risultati curativi che abbiamo dimostrato fino a oggi”. 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Bambini e anemia falciforme, centrali sport therapy e riabilitazione

Articolo successivo

Cavo: "Grande disponibilità offerta terapeutica per pazienti con mieloma"

Articoli correlati
P