Rimedi e consigli su come ridurre il colesterolo senza l’uso di farmaci

Se ne sente parlare spesso, bisogna tenerlo sotto controllo per evitare problemi cardiaci e vascolari. Stiamo parlando del colesterolo che viene utilizzato dal nostro corpo per costruire e mantenere cellule sane, con l’attenzione però di monitorarlo costantemente. Esso viene prodotto dal nostro organismo, dal fegato in particolare ma anche da tutto ciò che proviene dal consumo di prodotti d’origine animale come il formaggio, le uova, il burro, la carne rossa ed è una sostanza grassa che vediamo presente nel sangue. La sua presenza è di vitale importanza per il nostro organismo; infatti, il colesterolo è componente principale delle membrane cellulari nonché linfa vitale per ormoni e vitamine. Il suo ‘trasporto’ è garantito da alcune proteine chiamate lipoproteine che ne vietano il passare liberamente nel nostro sangue.

Nell’alimentazione sì a cereali, legumi e vegetali

Fatta questa prima e veloce premessa si può senza dubbio proseguire dicendo che una alimentazione sana può aiutare moltissimo a ridurre colesterolo velocemente. Va da sé che un controllo ed un consulto medico sono la base da cui partire per risolvere la problematica in questione qualora si presentassero i problemi, non sottovalutare quindi il colesterolo e mettere in campo azioni concrete per limitarlo. Abbiamo fatto cenno alla giusta alimentazione, con la preferenza di alcuni alimenti e prodotti in particolare. Ecco allora che i cereali, i legumi e i vegetali possono fare al caso nostro, in quanto essi non contengono colesterolo: per i cereali ok al pane, la pasta ed il riso meglio se integrali, le fibre presenti nei vegetali aiutano ad assorbire il colesterolo alimentare nell’intestino e mettere sempre nel manu a tavola verdura e frutta.

Armopilid Plus, indicatore alimentare che combatte il colesterolo

Anche in questo caso, così come in molti altri, si potrà arrivare alla fine dei problemi legati al colesterolo anche con l’assenza di farmaci. È il caso di alcuni integratori come armolipid plus, prodotto per il controllo del colesterolo al cui interno è presente una dose importante di Astaxantina, una sostanza che ha un doppio effetto di antiossidante e antinfiammatorio. Un’altra particolarità di questo prodotto sta nell’assenza di glutine e a base di policosanolo, riso fermentato con Monascus Purpureus (ossia il lievito di colore rosso), Acido folico, Coenzima Q10, Barberina e come abbiamo detto Astaxantina. L’Armolipid plus è quindi un indicatore alimentare che favorisce il controllo appunto del colesterolo insieme ai trigliceridi plasmatici, il miglior prodotto naturale per abbassare il colesterolo.

Ma cosa sono nello specifico tutte queste sostanze citate?

  • Cominciamo proprio dall’Astaxantina che è una sostanza sintetizzata dalla microalga Haematococcus pluvialis, con un ruolo fondamentale nelle reazioni di tipo ossido-riduttive atte a determinare l’effetto antiossidante e antinfiammatorio.
  • L’assunzione di riso fermentato rosso, appunto il Monascusa Purpureus, nato dalla fermentazione dell’Oryza Sativa assicura con successo e in modo naturale l’abbassamento del colesterolo cattivo.
  • È il turno dell’Acido folico, molto importante per tenere sotto controllo i livelli di omocisteina nel sangue: questa sostanza è prodotta normalmente nell’organismo e viene poi trasformata in metionina, se accumulata risulta dannosa a livello cardiovascolare.
  • Il costituente fisiologico Coenzina Q10 interviene durante le reazioni ossido-riduttive della sintesi adenosintrifosfato.
  • La Barberina invece è un estratto secco ottenuto dalla corteccia di Barberis aristata che è un albero originario delle zone del Nepal e dell’Himalaya. Essa favorisce il controllo del colesterolo e trigliceridi plasmatici per un giusto funzionamento dell’apparato cardiovascolare.
  • Infine, non può mancare l’accenno sul Policosanolo, un mix di grassi naturali che sono contenuti nella matrice della canna da zucchero, nella cera d’api e nella crusca del riso per inibire la sintesi del colesterolo.

Mangiare sano: pesce alla griglia e olio buono

Dopo aver visto attentamente come il colesterolo si possa ridurre anche senza ricorrere ai farmaci con l’ampia parentesi dedicata all’Armopilid Plus, con l’abbassare colesterolo intergratori, possiamo tornare a parlare della giusta alimentazione da mantenere. Il pesce senza ombra di dubbio può essere consumato almeno un paio di volte a settimana anche se è preferibile una cottura alla griglia, al vapore o anche al cartoccio evitando senza nemmeno dirlo la frittura. Capitolo olio: sono tantissimi gli amanti dell’olio buono, da utilizzare in diversi momenti dei pasti per dare un gusto maggiore a ciò che si mangia. Attenzione, sì all’olio ma deve essere davvero quello buono in quanto i grassi saturi di origine animale provocano l’aumento del colesterolo.

Carne magra e latte scremato, addio colesterolo alto

Tagli magri per quanto riguarda la carne eliminando magari il grasso visibile. Evitiamo poi il burro, il lardo e lo strutto per introdurre oli vegetali polinsaturi o anche monoinsaturi come l’olio extravergine di oliva. Occhio agli insaccati, ai formaggi e alle uova con grassi letali per il colesterolo e beviamo latte scremato o anche quello parzialmente scremato. Attenzione allora ai livelli del colesterolo, parliamone con il nostro medico ed utilizziamo l’Armopilid Plus, per non perdere la bella abitudine del mangiare continuando a farlo nella maniera esatta per salvaguardare la nostra salute.

Total
4
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Ucraina, Luttwak: "Salvini a Mosca? Inutile"

Articolo successivo

Vaiolo delle scimmie, isolato virus a Milano

Articoli correlati
P