Pd, Letta: “Mai con Fdi, basta con cose strampalate”

(Adnkronos) – “Noi con Fdi non abbiamo nulla a che fare e mai avremo nulla a che fare, mai nessuna forma di alleanza di nessun tipo. Lo dico perché ogni tanto sui giornali leggo cose strampalate e non voglio ci siano dubbi”. Così il segretario del Pd Enrico Letta, con Nicola Fratoianni a un’iniziativa elettorale a Sesto San Giovanni con il candidato sindaco Michele Foggetta.  

“Noi l’anno prossimo faremo una coalizione insieme per battere le destre, vinceremo e daremo all’Italia un governo democratico e progressista per un’Italia moderna e inclusiva, quella in cui vogliamo vivere domani”.  

“Noi sappiamo benissimo cosa vorrebbe dire se noi non fossimo in grado di costruire una coalizione larga e vincente: l’alternativa non sarebbe Draghi, no. Sarebbe il primo vero governo della destra guidato da Salvini o Meloni. Il che renderebbe il nostro Paese un’eccezione in Europa” ha detto il segretario Pd. 

“Noi sappiamo che l’alternativa” alle politiche “sarà tra noi e le destre. E per essere vincenti dobbiamo essere uniti, coesi e credibili nei rapporti tra di noi: mai più grandi coalizioni in cui lotte interne hanno distrutto la sinistra e il centrosinistra del passato, mai più” ha scandito il leader dem, che ha aggiunto: “Crediamo nella nostra coalizione larga di centrosinistra e crediamo in una coalizione in cui si fanno le primarie e se il nostro candidato perde, il minuto dopo il candidato che ha vinto diventa il nostro candidato come nel caso di Michele”. 

DDL ZAN E CITTADINANZA – Poi sul ddl Zan: “Io non ne posso più di sentire, ogni volta che noi facciamo un atto per rilanciare il ddl Zan, il solito ritornello ‘ma occupatevi di lavoro’: diritti civili e sociali vanno insieme, sono il cuore del Paese che noi amiamo, un Paese che deve avanzare sui diritti civili” ha rimarcato Letta. 

“Altro tema è approvare entro la fine della legislatura la legge sulla cittadinanza, una legge che dia risposte a quei tanti italiani – perché sono italiani – a cui va data una risposta inclusiva e forte. E tutto questo non è in alternativa a batterci per diritti sociali, per il lavoro, i giovani, le donne”.  

 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Ucraina, Mosca pianifica secondo assalto a Kiev in autunno

Articolo successivo

Federpol, la formazione dell’investigatore privato

Articoli correlati
P