Olio extravergine d’oliva: perchè quello italiano è il migliore?

Sulla tavola degli italiani l’olio extravergine d’oliva è un condimento immancabile, oltre che un ingrediente fondamentale dei piatti della dieta mediterranea.

Ricco di sapore e adatto a ogni tipo di abbinamento enogastronomico, l’olio extravergine d’oliva italiano è un prodotto naturale con caratteristiche uniche. Scopriamo perché è il migliore al mondo.

Tutto sull’olio italiano 

L’olio extravergine d’oliva italiano è regolamentato. Secondo la normativa in vigore (Reg. CE 1513/2001), per olio vergine d’oliva si intende l’olio ottenuto “dal frutto dell’olivo, mediante processi di spremitura che non causano alterazioni dell’olio e che non comprendano altri trattamenti diversi dal lavaggio, dalla decantazione, dalla centrifugazione e dalla filtrazione”. E, nello specifico, l’olio extravergine d’oliva è quello “la cui acidità libera, espressa in acido oleico, è al massimo di 0,80 gr per 100 gr”. 

Prima di essere messo in commercio, l’olio italiano viene sottoposto a una serie di analisi chimico-fisiche di laboratorio e a un’analisi sensoriale (una valutazione organolettica nota anche come Panel Test) ad opera di una commissione di esperti che degusta l’olio e lo valuta sulla base di standard e codici.

La qualità dell’olio evo italiano è confermata dalla sua etichetta che, in base alla normativa, deve riportare la sede dello stabilimento di produzione o di confezionamento, la qualità nominale, il lotto, la data di scadenza, l’origine delle olive e dell’olio.

Qualità e proprietà

L’olio extravergine d’oliva italiano è virtuoso. Ha numerosi benefici per la salute grazie alla sua composizione biochimica. Ha proprietà antinfiammatorie, analgesiche e antiossidanti. Fa bene al colesterolo e alla pressione sanguigna; favorisce il lavoro delle piastrine; contrasta il diabete.

Ha efficacia nei percorsi nutrizionali e anche nel settore della cosmesi. Alcuni studi scientifici hanno dimostrato persino un’azione importante nel ridurre il rischio di trombosi e infarti; nel limitare un gene che causa il cancro al seno; nel prevenire il morbo di Alzheimer.

Eccellenza nel mondo 

L’olio extravergine d’oliva italiano è rinomato. L’Italia è una delle nazioni più specializzate nella produzione di olio extravergine d’oliva, una tradizione che fonda le proprie origini nell’antica Magna Graecia. Ad oggi, la produzione di olio d’oliva rappresenta uno dei settori di coltivazione più importanti, soprattutto appunto nel Sud grazie alle caratteristiche del territorio e al clima mite.

L’olio evo italiano è apprezzato in tutto il mondo come prodotto salutare e naturale. Negli ultimi anni i dati mostrano un aumento esponenziale della sua esportazione all’estero.

Made in Italy 

L’olio extravergine d’oliva italiano è tradizione. Sul territorio italiano esistono numerose varietà di oliva (dolce, amara, piccante, fruttata, ecc.); ognuna dà origine a un gusto diverso di olio. La produzione è legata a piccole e grandi aziende, spesso a conduzione famigliare.
L’olio extravergine d’oliva come quello di Laudemio Frescobaldi è un esempio del Made in Italy. Il nome dal richiamo medievale (dal latino “laude”) rimanda a una tradizione millenaria portata avanti per generazioni dalla famiglia toscana. Un olio robusto, color smeraldo, piccante che racchiude gli odori e i sapori della sua terra. È propria questa la peculiarità dell’olio evo italiano: racchiude genuinamente i sapori e gli odori dell’Italia.

Total
8
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Caviale: quali sono i migliori abbinamenti?

Articolo successivo

Workday Global Survey: i Principali Ostacoli alla Trasformazione Digitale Post-Pandemia

Articoli correlati
P