Mondiali Qatar, tre donne fra i 36 arbitri

(Adnkronos) –
Il Comitato Arbitrale della Fifa ha annunciato oggi le liste degli arbitri selezionati per la Coppa del Mondo Qatar 2022. Per la prima volta ci saranno anche tre donne fra gli arbitri. Sono la francese Stephanie Frappart, la ruandese Salima Mukansanga e la giapponese Yoshimi Yamashita, oltre a tre assistenti di linea, la brasiliana Neuza Back, la messicana Karen Diaz Medina e la statunitense Kathryn Nesbitt. “Come sempre, abbiamo messo al primo posto la qualità e gli ufficiali di gara selezionati rappresentano il livello più alto dell’arbitraggio a livello mondiale – sottolinea il presidente della Commissione arbitrale Fifa, Pierluigi Collina – Il Mondiale del 2018 è stato un grande successo anche grazie all’elevato standard degli arbitraggi e faremo il massimo per fare ancora meglio in Qatar”. 

Il progetto “Heading to Qatar 2022” è iniziato nel 2019. Più di 50 trii arbitrali sono stati analizzati come possibili candidati, che hanno subito un’intensa preparazione. Tuttavia, la pandemia di Covid-19 ha reso questa preparazione non facile, poiché le attività faccia a faccia sono state sospese per lungo tempo. “La pandemia ha colpito le nostre attività, soprattutto nel 2020 e all’inizio del 2021. Fortunatamente, la Coppa del Mondo era ancora lontana e abbiamo avuto abbastanza tempo per preparare i candidati. Abbiamo annunciato i nomi con largo anticipo perché vogliamo lavorare ancora di più con gli arbitri nominati per la Coppa del Mondo Fifa e seguirli nei prossimi mesi. Il messaggio è chiaro: non riposare sugli allori, continua a sforzarti e preparati in modo molto rigoroso per la Coppa del Mondo”, ha detto Collina. 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Ucraina, media: figlia di Putin legata a ballerino di nome Zelensky

Articolo successivo

Riassunto: Align annuncia ulteriori nomine a cariche direttive per il Regno Unito e la regione EMEA a sostegno della continua crescita

Articoli correlati
P