Mariupol, “via da città e Azovstal altri 500 civili”

(Adnkronos) – “Sono stati portati via dall’acciaieria Azovstal e da Mariupol quasi 500 altri civili”. Lo ha scritto su Telegram Andrii Yermak, capo dell’ufficio presidente ucraino Volodymyr Zelensky. 

Kiev denuncia quindi bombardamenti delle forze russe nella notte contro due distretti della regione di Dnipropetrovsk. “Notte senza tregua. Gli occupanti russi hanno bombardato i distretti di Kryvyi Rih e Synelnykove – ha denunciato via Telegram il governatore Valentyn Reznichenko, secondo quanto riporta Ukrinform -. Le comunità di Zelenodolsk e Shyroke sono state colpite con i Grad”. Non vengono segnalate vittime.  

“Ieri sera i russi intendevano colpire lo stabilimento chimico. Però hanno colpito la stazione di servizio e la strada ferroviaria dello stabilimento di Severodonetsk. Si sono incendiati i binari e l’erba su un terreno di 400 m quadrati”. Lo scrive su Telegram Serhii Haidai, governatore della regione di Luhansk, precisando che “vicino c’erano delle cisterne con varie sostanze chimiche. Per fortuna i vigili di fuoco sono riusciti ad estinguere l’incendio”.  

“Inoltre – aggiunge – i russi stanno attaccando in maniera più massiccia le zone residenziali. A Severodonetsk sono stati danneggiati 12 grattacieli, una stazione elettrica, vari negozi. Ci sono stati due morti. Tantissimi danni a Rubizhne, Lysychansk, Novodruzhevsk, Orihove, Hirske e Popasna”. 

 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Ucraina, Salvini: "Mai chiesto visto per Russia, ma andrei a Mosca per la pace"

Articolo successivo

Reddito cittadinanza, Salvini: "Va rivisto, crea lavoro nero"

Articoli correlati
P