M5S non vota decreto energia, scontro con Pd in Cdm

(Adnkronos) – Il Consiglio dei ministri ha approvato il dl aiuti ed energia. Al voto non ha preso parte il M5S.  

A quanto apprende l’Adnkronos, si sarebbe consumato un duro scontro nel corso del Cdm tra il Pd e il M5S sulla decisione dei grillini di non votare il decreto in polemica sulla norma che apre alla possibilità di realizzare un inceneritore a Roma. Il capodelegazione dei 5 Stelle al governo, Stefano Patuanelli, avrebbe chiesto lo stralcio della norma, non ottenendolo. Da qui la decisione dei 5 Stelle di non votare il Dl, su indicazione – riferiscono fonti di governo – del leader M5S Giuseppe Conte. E’ stata la scintilla per lo scontro coi dem, che avrebbero chiesto agli ‘alleati’ del fronte progressista di non votare la singola norma, contenuta nell’articolo 13, anziché non votare l’intero provvedimento. 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Salvini: "Sciopero Anm? Andassero a lavorare"

Articolo successivo

Cagliari, via Mazzarri: esonero, Agostini nuovo allenatore

Articoli correlati
P