Le realtà a rischio contrabbando: quali sono e come si tutelano dalla responsabilità ex D.lgs. 231/2001

(Adnkronos) –
CICLO DI INCONTRI “AZIENDA ITALIA”
 

Mercoledì 25 maggio, ore 14:30 – 17:30
 

On-line su Piattaforma Certificata FAD
 

Milano, 5 Maggio 2022 – Terza tappa del ciclo organizzato dal Centro Studi Borgogna: “Azienda Italia”, dedicato alle aziende. Un percorso strutturato in nove incontri, articolati in 5 macro-temi, in cui verranno affrontati gli aspetti di maggiore rilevanza in relazione al ciclo di vita di un’azienda, i modelli gestionali e le possibili differenti strategie competitive. 

Dopo l’incontro dedicato al mondo delle Start Up e quello incentrato sulla sostenibilità nel panorama aziendale, nel corso del terzo – che si terrà da remoto mercoledì 25 maggio ore 14.30 – 17.30 – il focus sarà incentrato su “Le realtà a rischio contrabbando: quali sono e come si tutelano dalla responsabilità ex D.lgs. 231/2001”. 

Dal 2020, in virtù del nuovo art. 25-sexiesdecies del D.lgs.231/2001, i reati di contrabbando disciplinati nel DPR 43/1973, hanno iniziato ad assumere rilevanza anche ai fini della responsabilità amministrativa degli enti. Una novità che ha un impatto diretto soprattutto sulle imprese che svolgono attività di import/export e che sono dunque soggette al pagamento dei relativi dazi doganali, chiamate ora ad aggiornare i propri Modelli. 

Grazie alla partecipazione di esperti del settore, analizzeremo nel dettaglio argomenti di primaria importanza. Fabrizio Ventimiglia, Avvocato penalista e Presidente CSB, si occuperà della moderazione dell’incontro. Parteciperanno, in qualità di Relatori: Federico Maurizio d’Andrea (Presidente Amsa S.p.A., Vice Presidente CSB), Giuseppe Oronzo Greco (Responsabile del settore legale della Direzione Territoriale Lombardia), Nicola Ricciardi (Avvocato, Presidente Fisco e Territorio) e Fabio Seragusa (Ten. Col. in forza al Nucleo P.E.F. di Milano). 

L’evento, accreditato dal Consiglio Nazionale Forense (n. 2 crediti), sarà visibile da remoto, su Piattaforma Certificata FAD, previa iscrizione. 

Per informazioni su modalità di iscrizione e quote di partecipazione, scrivere a iscrizione@centrostudiborgogna.it oppure compilare il modulo dal sito www.centrostudiborgogna.it . La partecipazione è gratuita per i Soci del Centro Studi Borgogna.  

A proposito di Centro Studi Borgogna
 

Nata nel 2017 da un’idea dell’Avv. Fabrizio Ventimiglia, il Centro Studi Borgogna è una Associazione di Promozione Culturale che opera come un laboratorio giuridico e di idee per promuovere la cultura del diritto, ispirandosi ai principi di etica, onestà e legalità, nell’ottica di contribuire al dibattito sulle principali questioni sensibili del nostro Paese. Le attività proposte dal Centro Studi Borgogna si prefiggono diversi obiettivi: promuovere il confronto tra mondi diversi arrivando a trasformare le riflessioni comuni in proposte praticabili; perseguire le finalità di promozione sociale e culturale; contribuire alla formazione dei professionisti nelle discipline giuridiche; promuovere l’amicizia, la cultura, la solidarietà e l’etica sul territorio milanese e nazionale. Al fine di perseguire tali obiettivi, l’Associazione Centro Studi Borgogna organizza conferenze, convegni e momenti formativi di varia natura; crea rapporti di collaborazione e sinergia con Università, Istituti di Ricerca e altri enti aventi finalità scientifiche; promuove la pubblicazione di documenti di approfondimento sui temi di diritto applicato; organizza eventi charity. 

Per informazioni alla stampa:
 

Alessio Masi, Adnkronos Comunicazione  

Mob. 3425155458; E-Mail: alessio.masi@adnkronos.com
 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Lo shopping degli italiani è sempre più online

Articolo successivo

Mascherina al lavoro: cosa dicono Bassetti, Gismondo, Viola

Articoli correlati
P