ITALICUS e Chef Bartolini portano al MUDEC un pairing Mediterraneo

(Adnkronos) – Dalla collaborazione tra lo Chef-nove-stelle-Michelin Enrico Bartolini e ITALICUS Rosolio di bergamotto nasce un connubio che porta al MUDEC-Museo delle Culture di Milano una ventata d’estate nel momento più conviviale della giornata, l’aperitivo. 

Milano, 18 maggio 2022.Continua sotto il segno dei profumi e dei prodotti mediterranei l’amicizia nata tra la cucina più stellata d’Italia dello Chef Enrico Bartolini e ITALICUS Rosolio di Bergamotto. Insieme celebrano la rinascita dell’aperitivo, come momento di gusto e spensieratezza, portandone l’aspetto caldo e aromatico del Sud Italia al MUDEC-Museo delle Culture di Milano a maggio e poi ancora a settembre. Qui, insieme alla sua brigata, Bartolini esplora nuovi mondi e nuovi sapori, senza mai dimenticare origini e tradizioni italiane. Proprio come ITALICUS porta nel mondo un’idea di aperitivo tipicamente italiano, Bartolini porta in tavola l’essenza della cucina mediterranea. 

Agrumi, capperi, olio e pomodorini sono elementi sempre presenti nella cucina di Bartolini. La stagionalità e la freschezza degli ortaggi e della frutta rappresentano il punto di forza dei suoi menù. A questi si aggiungono gli aromi e le spezie tipicamente mediterranei, gli stessi che si ritrovano, insieme alle note agrumate, anche nei cocktail preparati con ITALICUS. 

L’aroma fresco del bergamotto calabrese, unito al cedro di Sicilia e alle note speziate e floreali, esaltano l’essenza dei drink in ogni momento della convivialità ritrovata: il rosolio di bergamotto rappresenta l’idea versatile del bere miscelato con cui creare un’infinità di drink da servire in abbinamento a cibi che ne spiccano le qualità. 

“Abbiamo scelto di continuare la collaborazione con Chef Bartolini perché ci accomuna la stessa mission, ovvero quella di portare il gusto italiano nel mondo – racconta Giuseppe
Gallo, Ceo e Founder di ITALICUS-. Abbiamo una visione molto simile sul rapporto tra classicità e modernità, tra tradizione e innovazione dei sapori, sulla ricerca di un equilibrio perfetto tra gusto ed estetica”. 

L’ALTA CUCINA E IL TOP DEL BERE MISCELATO AL MUDEC
 

L’alta cucina di Chef Bartolini si esprime nel rispetto delle biodiversità dei territori al MUDEC-Museo delle Culture di Milano: è qui che lo Chef ha ricevuto tre delle nove stelle Michelin. La filosofia dello Chef e di ITALICUS è quella di mettere al centro della loro vision la cultura a 360° gradi partendo dal buon cibo e dal buon bere. Ed è proprio Bartolini che spiega: “Tra agrumi, gusto mediterraneo e delicati toni amari ho trovato eleganza e freschezza. Mi diverte cucinare ingredienti che si mettono in sintonia con queste caratteristiche”. 

CALENDARIO APPUNTAMENTI
 

Tutti i giovedì di maggio e settembre si possono ordinare i food pairing alla lounge del MUDEC (e chi lo desidera anche visitare le mostre), e al VERTIGO Urban Garden Bar di Milano.  

Costo aperitivo (3 food pairing e 1 cocktail): 15,00 € 

Costo aperitivo (3 food pairing e 1 cocktail) + mostra: 25,00 € 

ABBINAMENTI SMART
 

I finger food di Chef Bartolini, abbinati a un cocktail a base di ITALICUS: 

– Focaccia pugliese, pomodorini e origano,  

– Macaron ai capperi e tonnato, 

– Bignè con parmigiano reggiano e peperone crusco. 

La focaccia alta, con la sua alveolatura ampia e leggera per la presenza del lievito madre, i sentori di origano e i caratteristici pomodori datterini, è un omaggio alla Puglia. 

I bignè craquelin al peperone crusco sono nuvole di pasta choux rivestite da un velo croccante e saporito. All’interno si sprigiona la potenza del parmigiano reggiano 24 mesi in una crema spumosa. I bignè sono il segno distintivo della cucina di Chef Bartolini. Il peperone, chiamato crusco, “croccante” perché essiccato, è un prodotto tipico della cucina lucana. 

Chef Bartolini nei suoi macaron salati porta il mare coi sentori sapidi e spiccatamente aromatici, e una farcia di salsa tonnata che si sposa alla polvere di cappero con cui il macaron è decorato. 

ITALICUS CUP
 

Ingredienti: 50 ml ITALICUS Rosolio di Bergamotto, 100 ml di succo di pompelmo fresco, top di soda e una fettina di pompelmo rosa. 

Preparazione: Miscelare ITALICUS Rosolio di Bergamotto in un tumbler, aggiungere i cubetti di ghiaccio e versare la soda e il succo di pompelmo, guarnire con le olive infilate come perle in un bastoncino o una fettina di pompelmo rosa. 

ITALICUS SPRITZ
 

Ingredienti: 50 ml di ITALICUS Rosolio di Bergamotto, 100 ml di Prosecco e 3 olive verdi. 

Preparazione: Miscelare ITALICUS Rosolio di Bergamotto in un bicchiere da vino grande, aggiungere i cubetti di ghiaccio e versare il prosecco, guarnire con le olive infilate come perle in un bastoncino. 

ITALICUS TONIC
 

Ingredienti: 50 ml di ITALICUS Rosolio di Bergamotto, 100 ml di acqua tonica e una fettina di pompelmo. 

Preparazione: Miscelare ITALICUS Rosolio di Bergamotto in un tumbler, aggiungere i cubetti di ghiaccio e versare la tonica, guarnire con una fettina di pompelmo rosa. 

NEGRONI BIANCO
 

Ingredienti: 25 ml di ITALICUS Rosolio di Bergamotto, 25 ml dry gin, 25 ml di dry vermouth e 3 olive verdi. 

Preparazione: Miscelare ITALICUS Rosolio di Bergamotto, il dry gin e dry vermouth in un mixing glass. Una volta diluito e raffreddato versare in un tumbler basso, aggiungere i cubetti di ghiaccio, guarnire con le olive infilate come perle in un bastoncino. 

Sito internet:
 

http://rosolioitalicus.com/it/
 

A proposito di ITALICUS® – Il Rosolio di bergamotto ITALICUS è stato creato da Giuseppe Gallo, che ha saputo riportare in auge l’antica categoria del Rosolio, ormai quasi dimenticata. Arricchito da note di bergamotto calabrese, ITALICUS è realizzato utilizzando i migliori ingredienti italiani per ricreare un vero e proprio “sorso d’Italia”. Il design sorprendente della bottiglia, capolavoro di Stranger & Stranger, incarna la storia e il patrimonio italiani e racconta come il Rosolio in passato fosse il simbolo del tradizionale momento dell’aperitivo. 

Lanciato il 1° settembre 2016, Italicus è uno degli aperitivi più premiati a livello globale.  

Grazie alla sua unicità, ITALICUS è già stato protagonista indiscusso di numerosi cocktails: dalla creatività e dall’esperienza dei migliori bartender del mondo sono nati alcuni abbinamenti caratteristici di ITALICUS, che hanno portato nei locali più di tendenza l’ITALICUS SPRITZ, realizzato con ITALICUS e Prosecco o Champagne; l’IPALICUS, che nasce dall’abbinamento del rosolio con la birra IPA; e il NEGRONI BIANCO, dove London Dry Gin e Dry Vermouth si amalgamano perfettamente alle note aromatiche del bergamotto. Una versione nuova di gustare lo Spritz ITALICUS CUP con soda al pompelmo, un cocktail facile e veloce da preparare anche a casa, da servire come aperitivo. Con il suo gusto fresco e con le delicate note agrumate del pompelmo rosa, ITALICUS e soda al pompelmo, crea il connubio perfetto che richiama la leggerezza e la spensieratezza estiva. 

ITALICUS Rosolio di Bergamotto è l’aperitivo più premiato con oltre 40 riconoscimenti prestigiosi e medaglie d’oro, da ultimo ha ricevuto il Best New Product at Tales of the Cocktail USA, la Gold Medal Design Bartenders Brand Awards 2021 e per il terzo anno consecutivo il premio come Top Trending Brand by Drink International (2021, 2020 e 2019). Ha ricevuto nel 2021 l’Ampolla d’Oro di Spirito Autoctono. 

Ulteriori riconoscimenti includono: Best New Spirit 2017 nel Tales of the Cocktail Spirited Awards, Medaglia d’oro nel 2018, 2019 – Women’s Wine and spirits awards; Miglior nuovo spirit europeo – Mixology Awards 2017 a Berlino; miglior prodotto – FIBAR 2017; Medaglia d’oro – Packaging awards 2017; Contemporary Awards TROPHY – International Wine & Spirits Competition; Packaging Trophy – Harpers Design 2017; Medaglia d’oro – San Francisco World Spirits Competition 2017; Platinum Best of Luxury – Pentawards 2017; Medaglia d’oro per l’Aperitivo italiano dell’anno – New York International Spirits Competition 2016; Miglior nuovo prodotto – Bar Awards 2016; Certificato di qualità ECCEZIONALE – Difford’s Guide 2016. 

A proposito di Giuseppe Gallo – ITALICUS è nato dalla mente creativa di Giuseppe Gallo, uno dei professionisti più rispettati e autorevoli del settore delle bevande a livello internazionale. Da vent’anni lavora nel mondo dell’ospitalità, del turismo e della ristorazione, nelle divisioni brand e marketing, e oggi come imprenditore indipendente. Nel 2014 diventa Best International Brand Ambassador con Martini e tre anni dopo, in occasione del prestigioso Tales of the Cocktail, è Best New Spirit a Tales of the Cocktail. Con il suo ITALICUS ha vinto oltre 50 premi. La sua reputazione come esperto di mixologist e profondo conoscitore del mercato degli spirits è ricercata dai media internazionali e nell’ambiente della liquoristica. Nel 2019 ha lanciato il progetto ‘Roma Bar Show’ che ha attirato oltre 12.000 visitatori internazionali in soli due giorni. Ora Giuseppe Gallo, CEO e fondatore di ITALICUS (in partnership con il gruppo Pernod Ricard). 

ART OF ITALICUS – ART OF ITALICUS APERITIVO CHALLENGE è la competizione ideata da ITALICUS Rosolio di Bergamotto nel 2018 per eleggere il migliore aperitivo ispirato all’arte tra quelli creati dai bartender di tutta Europa. Il contest ha lo scopo di celebrare il cocktail come forma d’arte liquida, esaltandone aromi e profumi. 

Con l’obiettivo di innovare la tradizione dell’aperitivo, incoraggiando lo sviluppo di una forma d’arte tanto inconsueta quanto contemporanea, ART OF ITALICUS APERITIVO CHALLENGE permette a bartender professionisti, e non, di essere eletti a veri e propri artisti del cocktail e dell’aperitivo, creando nuovi abbinamenti freschi e creativi e realizzando in forma liquida la loro idea di arte. 

Il vincitore dell’Aperitivo Challenge nel 2018 è Johan Evers, dalle Svezia con il suo aperitivo cocktail Bergamia, ispirato all’unioneartistica perfetta degli ingredienti, oggi proprietrio di ABC Gemma. Celia Bugallo, spagnolae bartender al Kwãnt bar di Londra, è stata incoronata ITALICUS Bar Artist nel 2019 con The Three of US, un cocktail ispirato dall’arte del flamenco. Nel 2021 sono stati nominati i Best Italicus Bar Artists in occasione dell’Art of Italicus, Aperitivo Challenge Glo-Cal Edition per supportare il mondo dei bartender in un periodo difficile. 

Nel 2020, viene lanciata l’ART OF ITALICUS CREATIVE TALENT, in collaborazione con Moniker Art Fair, un contest ideato per ispirare e supportare artisti emergenti con la creazione di un opera d’Arte creata per esaltare la storia di ITALICUS e l’Aperitivo Italiano.  

*** 

Pernod Ricard – Pernod Ricard è il secondo produttore e distributore mondiale di vini e liquori.  

Creato nel 1975 dalla fusione di Ricard e Pernod, il Gruppo si è sviluppato rapidamente attraverso una serie di acquisizioni strategiche: Seagram (2001), Allied Domecq (2005) e Vin&Sprit (2008).  

Ad oggi, Pernod Ricard detiene uno dei più prestigiosi e completi portafogli di marchi del settore comprendendo brand come: Absolut Vodka, Ricard pastis, Ballantine’s, Chivas Regal, Royal Salute, The Glenlivet Scotch whisky, Jameson Irish whiskey, Martell cognac, Havana Club rum, Beefeater gin, Malibu liquore, Mumm e Perrier-Jouët champagnes, oltre ai vini Jacob’s Creek, Brancott Estate, Campo Viejo e Kenwood.  

Pernod Ricard Italia – Pernod Ricard Italia è il risultato dell’evoluzione e trasformazione delle Distillerie Fratelli Ramazzotti, azienda fondata nel 1815 ed entrata nel Gruppo francese nel 1985. Il gruppo opera in oltre 85 filiali e 100 siti di produzione. La strategia di decentralizzazione crea una rete – o meglio un vero e proprio asset competitivo – che permette di prendere decisioni quanto più possibile vicine a consumatori e marchi e permette ai suoi 19.000 dipendenti di essere veri ambasciatori dello slogan “Créateurs de Convivialité”. 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Eurovision 2022, Malgioglio si scusa: rose rosse per Chanel

Articolo successivo

Un nuovo sondaggio ha rilevato che l'87% dei pazienti con patologie di lunga durata si sente vittima di stigma e che gli infermieri ritengono di non avere tempo e risorse sufficienti per fornire un supporto adeguato

Articoli correlati
P