Hannibal scalda l’Italia, rischio temperature record

(Adnkronos) – Un mese all’Estate: il 21 giugno alle 11:13 arriverà il Solstizio ed entreremo nella nuova stagione calda e soleggiata. Quest’anno sarà difficile assaporare la differenza tra la Primavera e la nuova stagione, in quanto stiamo già vivendo giornate che ricordano il Ferragosto. Con l’Anticiclone Hannibal si rischia però di scrivere una pagina rovente della storia meteo italiana: in Pianura Padana potrebbero essere battuti alcuni record che resistono da 10-20 anni, come i 36 gradi di Verona nel 2009 o i 35 toccati nel maggio dello stesso anno a Milano, Pavia, Parma, Ferrara, Brescia e Bergamo. 

Questi valori massimi assoluti per il mese di maggio sono stati registrati negli aeroporti, con una serie di dati lunga fino a 50 anni. In alcuni casi i record resistono anche da 20 anni a testimonianza dell’eccezionalità di questa ondata di calore. La maggiore probabilità di avere nuovi record riguarda il Piemonte e localmente l’Emilia, il picco dovrebbe essere raggiunto tra oggi e domani. 

Ma come mai tutto questo caldo? Mattia Gussoni, meteorologo del sito www.iLMeteo.it, ci spiega che la particolare configurazione sinottica, con l’anticiclone Hannibal in risalita dalla Tunisia verso la Spagna poi la Francia ed adesso l’Italia, è associata a delle ondulazioni meridiane piuttosto accentuate in questo periodo: in altre parole, mentre sull’Italia è presente un’onda anticiclonica, ad est avviene l’opposto con una discesa di aria polare che sta mantenendo valori decisamente sotto la media in Turchia, Ucraina e localmente in Grecia. Un’altra ondulazione ‘fredda’ si sta preparando dall’Atlantico a scendere verso il Portogallo e potrebbe attivare la prossima settimana un drastico cambiamento anche sull’Italia: introduciamo la ‘Goccia Fredda’, da martedì 24 maggio sull’Italia potrebbe arrivare un nucleo di aria polare in discesa dal Nord-Ovest europeo con temporali anche forti e un calo delle temperature. Inizialmente la ‘Goccia Fredda o Cut-Off’, si tratta infatti di un’area depressionaria che potrebbe isolarsi sul Mediterraneo, colpirà il Nord per poi portarsi verso il Centro-Sud da Mercoledì 25 maggio.  

Un ribaltone che sarebbe probabilmente associato a violenti temporali, grandinate e colpi di vento; ovviamente mancando ancora 4-5 giorni al previsto ingresso in scena della ‘Goccia Fredda’ aspettiamo conferme, ma non possiamo escludere che da un weekend di caldo record si passi ad un periodo ‘tempestoso’: da Hannibal alla ‘Goccia Fredda’, una ‘doccia fredda’ per gli amanti del sole e del clima Estivo in anticipo. 

NEL DETTAGLIO: 

Sabato 21. Al Nord: sole estivo con picco del caldo, valori eccezionali per il periodo; isolati temporali di calore sulle Alpi. Al Centro: sole e caldo estivo. Al Sud: sole e caldo. 

Domenica 22. Al Nord: sole estivo con valori eccezionali per il periodo; rari temporali di calore sulle Alpi e parziale aumento delle nubi al Nord-Est. Al Centro: sole e caldo estivo. Al Sud: sole e caldo estivo. 

Lunedì 23. Al Nord: sole estivo con tanta afa ma con l’arrivo dei primi temporali diffusi sulle Alpi. Al Centro: sole e caldo estivo. Al Sud: sole e caldo estivo. 

Tendenza. Da Martedì 24 Maggio possibile ingresso di una perturbazione atlantica al Nord con temporali sparsi, in seguito isolamento di una depressione chiusa in quota (Goccia Fredda o Cut-Off) con tempo molto instabile da Nord a Sud almeno fino a Venerdì 27 Maggio. 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Playoff Nba, Golden State-Dallas 2-0 in finale a Ovest

Articolo successivo

Mercato Juve, Pogba torna: pronto contratto di 3 anni

Articoli correlati
P