Guerra Ucraina, Kiev: “Negoziati sospesi”. Russia: “Vanno avanti”

(Adnkronos) – Guerra Ucraina-Russia, per Kiev i negoziati in questo momento sono sospesi. Mentre per Mosca proseguono da remoto con l’Ucraina secondo il capo negoziatore russo, Vladimir Medinsky, in dichiarazioni riportate dall’agenzia Interfax. “Dopo il ritiro dei russi da Kiev, a inizio aprile, sono emersi i crimini commessi nei territori occupati attorno alla capitale. Poi quelli di Mariupol, una città rasa al suolo. È venuto alla luce anche il progetto russo di creare a Kherson quella che loro chiamano una ‘repubblica’ tramite uno pseudo referendum. A quel punto, le componenti politiche e diplomatiche delle negoziazioni hanno smesso di negoziare”. Così, intervistato dal Gr1, il capo dei negoziatori ucraini, Mykhailo Podolyak, ha spiegato che i negoziati “sono in pausa. Continua solo l’attività dei gruppi di lavoro che si occupano di aspetti umanitari e che stanno coordinando, ad esempio, i corridoi umanitari, le evacuazioni e lo scambio dei prigionieri”. 

“Gli altri gruppi di lavoro si incontrano virtualmente solo in modo sporadico. Non ci sono le condizioni per un incontro tra i due presidenti. L’escalation generale della guerra contribuisce a renderlo impossibile”, ha aggiunto il negoziatore ucraino sottolineando che “dobbiamo ringraziare l’Italia che ha adottato una posizione trasparente a sostegno della democrazia. Possiamo chiamare Roma un nostro sicuro e fedele alleato”. “I vertici politici del paese capiscono molto bene la situazione che stiamo vivendo. Stanno mostrando reazioni efficaci e veloci sugli eventi in corso”, aggiunge ricordando che l’Italia “è stato poi uno dei primi paesi a offrirsi come garante della nostra sicurezza futura”. 

“L’integrità territoriale ucraina non si può toccare. Non può essere argomento di trattative”, ha detto ancora sottolineando che “sarà la società civile ucraina a sollevare le questioni da portare ai futuri negoziati e in base a questo, spetterà poi al presidente formulare e prendere decisioni definitive”. E riguardo alle città occupate di Kherson e Melitopol afferma di vedere “solo ed esclusivamente un futuro ucraino. La popolazione locale non vuole le forze di occupazione”. 

Russia
 

Proseguono i negoziati da remoto con l’Ucraina, ha detto dal canto suo il capo negoziatore russo, Vladimir Medinsky, in dichiarazioni riportate dall’agenzia Interfax. 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

9 maggio, vernice contro ambasciatore Russia in Polonia - Video

Articolo successivo

Epatite acuta pediatrica, cosa dicono Bassetti, Andreoni e infettivologi

Articoli correlati
P