Gin blu Amuerte: come servirlo? 3

Gin blu Amuerte: come servirlo?

Il gin blu in edizione limitata è il desiderio segreto di qualsiasi collezionista di gin. Il Gin Amuerte in bottiglia blu è un distillato proveniente dal Perù. La sua ricetta è un’elaborazione dell’Amuerte nero e ne è una sua versione estiva. Infatti, alla versione di base si aggiunge tra le botaniche anche il fico blu.

È questa botanica e il gusto che ne deriva a rendere questo distillato riconoscibile, oltre alla confezione. Infatti questo gin è chiamato blue anche per via dell’iconica bottiglia. In pieno stile Amuerte non manca la foglia d’oro 24 carati e la lavorazione a mano tipica della distilleria di produzione.

Come servire questo gin e quali sono gli ingredienti segreti oltre al fico blu? Scopriamolo insieme!

Gin blu Amuerte descrizione e ingredienti

Tutti i distillati che appartengono alla linea Amuerte hanno come base una foglia di coca. Questo rende il gin il primo a usare questo particolare ingrediente segreto nella propria ricetta. Non è il solo. Infatti, la ricetta si completa con ginepro delicato, cardamomo, finger lime, pepe del Sichuan e coriandolo.

Infine, per ottenere questa versione in edizione limitata si utilizza il fico blu. Questo vuol dire che al gusto questo gin risulta dolce e balsamico.

Data la gradazione al 43% di volume alcolico e la bottiglia, ci si rende conto che questo gin è perfetto sia da solo che in combinazione con altri ingredienti per un cocktail unico, da servire senza accompagnamento o al massimo all’interno di un aperitivo.

Il segreto è la cura per i dettagli. Infatti, anche la bottiglia ha una lavorazione molto particolare. Prima arriva una spruzzata di bianco e solo dopo si dipingono a mano i dettagli. Infine si inserisce la foglia in oro 24 carati, che rappresenta quella di coca.

Come servirlo

Ci sono delle idee facili e veloci per servire il gin blu Amuerte. Il primo è servirlo da solo, ma mai con un dolce. Infatti, il gin è di suo dolcissimo. Invece, meglio accompagnarlo con arachidi, mandorle o qualcosa di salato.

L’alternativa è realizzare dei cocktail, che dipendono molto dall’esperienza del barman di turno. Infatti, con il gin blu si possono creare varianti di questo colore di cocktail molto famosi, come il Margarita.

Per poter ottenere questo cocktail speciale serve una tequila bianca o argento, almeno 60 ml. A questo punto si aggiungono 30 ml di Amuerte blu. Le proporzioni quindi sono 2 a 1. Servono anche 30 ml di succo di lime. Infine, si completa con 7,5 ml di sciroppo d’agave. Infine, dopo averlo agitato, si serve con un colino in un bicchiere quadrato pieno di ghiaccio.

Un altro cocktail molto interessante è il Blue kamikaze. In un bicchiere per shakerare pieno di ghiaccio si aggiunge un quarto di vodka e si riempie metà del bicchiere con il lime. Infine, si aggiunge il gin. Dopo aver mescolato il tutto, si inserisce in un bicchierino da shot.

Infine, si può provare il Deep ocean. Per questo cocktail serve un bicchiere molto lungo e stretto pieno di ghiaccio. Si aggiungono per primi 60 ml di gin. A questi si aggiungono altri 60 ml di Hpnotiq, avendo cura di usare il cucchiaio da gin al contrario, per dare la densità dell’oceano e il giusto filtraggio. Allo stesso modo si aggiungono 60 ml di rum al cocco.

Come decorazione si aggiunge una ciliegia al maraschino rosso.

Dove trovarlo

Il gin blu Amuerte è come un orologio sportivo, è per intenditori e appassionati. È un regalo che rappresenta un territorio ben preciso, ma anche un modo per dare alla propria collezione una perla in più.

Per trovare gin in edizione limitata e pezzi da collezione con bicchierini abbinati, si può fare riferimento allo store di Rivoldrink. L’attività di vendita di bevande all’ingrosso è un riferimento privilegiato per forniture di gin e alcolici in edizione limitata: una soluzione perfetta per intenditori e locali.

P