Azioni e obbligazioni Carige: Martingale Risk ottiene dall’ACF il rimborso di 15mila euro

(Adnkronos) –
Nuova vittoria per Martingale Risk. I loro clienti, dopo aver acquistato azioni e obbligazioni Carige senza una corretta informazione sui rischi, hanno ottenuto il rimborso di 15mila euro dall’Arbitro per le Controversie Finanziarie.
 

Roma, 6 maggio 2022 – Nuova vittoria per Martingale Risk, che ha ottenuto una sentenza favorevole da parte dell’Arbitro per le Controversie Finanziarie (ACF), permettendo il recupero di 15mila euro a favore di alcuni imprenditori Emiliani.  

In seguito all’analisi della società di ingegneria finanziaria e di consulenza legale leader in Italia, è emerso come la banca intermediaria abbia venduto obbligazioni Carige senza fornire al cliente alcuna informazione sulla natura delle stesse, venendo meno ai propri obblighi informativi. Al cliente, non era stato neanche sottoposto correttamente il questionario di profilatura MIFID, anch’esso obbligatorio. Elementi che hanno reso possibile la richiesta di rimborso, ottenendo giustizia. 

Dal 2009 ad oggi, Martingale Risk vanta un curriculum impressionante di successi. Con il suo operato supporta aziende e privati che hanno subito perdite a causa di costi illegittimi sostenuti verso istituti di credito o intermediari bancari. La società è attiva anche nel risarcimento di perdite da investimenti per azionisti e obbligazionisti dalla banca stessa o tramite intermediario finanziario, come nel caso degli imprenditori che hanno acquistato titoli Carige. 

Martingale Risk si occupa della mediazione diretta con la banca controparte, al fine di recuperare le perdite del cliente. Qualora non bastasse, procede di fronte all’Arbitro per le Controversie Finanziarie (ACF) o, se necessario, tramite vera e propria causa in tribunale. Il suo valore aggiunto è quella di offrire ai privati una soluzione completa, tecnica e legale.  

«Martingale Risk opera quotidianamente su contenziosi legati all’acquisto di azioni ed obbligazioni Carige, nei confronti delle banche intermediarie che ne hanno venduto indiscriminatamente i titoli – afferma Marco Delzio, Founder e CEO di Martingale – Nel corso del tempo è emerso, infatti, come le banche intermediarie abbiano perpetrato comportamenti scorretti dal punto di vista delle norme di trasparenza, degli obblighi informativi e della profilazione dei propri clienti. Nello specifico, queste banche hanno proposto le obbligazioni ai risparmiatori impedendo loro di compiere una scelta consapevole rispetto ai reali rischi di investimento». 

Banca Carige S.p.A., ha una grande rilevanza a livello nazionale, con 503 sportelli sul territorio italiano e oltre un milione di clienti. Nonostante abbia sempre perseguito valori come prudenza, lungimiranza, sobrietà e competenza, a partire dal 2012 vive un periodo burrascoso. Una situazione di difficoltà economico/patrimoniale imputabile a una gestione che negli anni si è rivelata poco trasparente e oculata.  

Nel tempo, infatti, l’istituto ha bruciato oltre 2 miliardi di euro. Gli azionisti di Banca Carige hanno perso circa l’82% del valore delle loro azioni in un anno. Il 98% in 3 anni. La redditività della banca si è indebolita a causa del progressivo deterioramento della qualità dei propri crediti e della diminuzione dei proventi di gestione attivi. Nel 2019, la Borsa Italiana ha sospeso Carige dalle negoziazioni, per poi riammetterla solamente il 27 luglio 2021. Dopo la sospensione, la banca ha perso il 58% durante la prima seduta. 

Con le sue analisi, Martingale Risk ha dimostrato come la banca intermediaria abbia venduto obbligazioni Carige senza fornire al cliente alcuna informazione sulla natura delle stesse. Agli investitori era anche stato omesso il reale rischio insito nell’operazione di acquisto dello strumento finanziario. Al cliente, tra l’altro, non era stato neanche sottoposto correttamente il questionario di profilatura MIFID, essenziale per valutare l’adeguatezza e l’appropriatezza dell’investimento rispetto alle competenze in materia finanziaria dell’investitore. La banca intermediaria è quindi venuta meno ai propri obblighi informativi, di trasparenza e correttezza, stabiliti per legge da normative nazionali ed europee.  

Chiunque sia in possesso di azioni od obbligazioni Carige, e pensi di aver registrato delle perdite in seguito all’acquisto, può rivolgersi a Martingale Risk. Con l’analisi preliminare gratuita e non vincolante, gli esperti tecnico legali studieranno il caso per capire se e quanto è possibile contestare all’istituto bancario.  

«Martingale Risk ha già recuperato più di 260 milioni di euro per i propri clienti” – sottolinea Delzio – “con un tasso di successo superiore al 92% e la possibilità di saldare il corrispettivo solo a risarcimento avvenuto». Grazie alla politica di Zero Costi Anticipati, il cliente non dovrà pagare nessuna somma anticipata. Martingale Risk richiede unicamente una percentuale sulla somma recuperata, solo a rimborso effettivamente avvenuto. 

Per informazioni:
 

https://martingalerisk.com
 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Azioni e obbligazioni Carige: Martingale Risk ottiene dall’ACF il rimborso di 15mila euro

Articolo successivo

OSS. EUROBET: Serie A, continua il duello tra le milanesi per il primato in classifica. Coppa Italia, sfida aperta tra Juventus e Inter. F1, Leclerc favorito nel GP di Miami

Articoli correlati
P