Artmarket.com: un Warhol da 200 milioni di dollari spiegato da Artprice in cinque punti

(Adnkronos) – PARIGI, 11 maggio 2022 /PRNewswire/ — L’iconico ritratto di Marylin Monroe firmato dall’artista più celebre nella storia degli Stati Uniti sta per ottenere la seconda offerta d’asta più alta che il mercato dell’arte abbia mai visto. È quanto si augura la prestigiosa casa d’aste Christie’s, senza fornire un’effettiva giustificazione di questa stima. Shot Sage Blue Marilyn (1964) sarà battuto all’asta il 9 maggio 2022 a New York: una vendita che potrebbe segnare un nuovo punto di svolta per il mercato dell’arte. 

Secondo thierry Ehrmann, CEO e fondatore di Artprice e del gruppo Artmarket.com: “Ci sono tutte le condizioni per una nuova pietra miliare nella storia. L’anno scorso, un dipinto di Picasso è stato venduto per 103 milioni di dollari, ma il record più sorprendente è rappresentato dai 69 milioni di dollari offerti per un’opera di Beeple. Il mercato ha assunto rischi reali, come non succedeva dai tempi del Salvator Mundi nel 2017, l’unica opera ad aver mai superato la soglia dei 200 milioni di dollari”. Prudenza e ragione non sempre prevalgono quando si tratta di fare un’offerta per un’opera fortemente iconica. Tuttavia, Artprice ha individuato cinque motivi che giustificano il valore stimato, pari a 200 milioni di dollari: le caratteristiche eccezionali dell’opera e il tempismo perfetto della vendita potrebbero davvero incentivare l’offerta. 

1. Il mercato di Andy Warhol ai massimi storici 

Con l’uscita dalla crisi sanitaria, il valore delle opere di Andy Warhol è ai massimi storici. Nel 2021, il suo fatturato d’asta ha raggiunto i 348 milioni di dollari, un risultato che supera la soglia dei 300 milioni di dollari per la prima volta in sei anni grazie alle 1.600 opere vendute in tutto il mondo. In termini di fatturato annuo, Andy Warhol si è riconfermato il terzo artista di maggior successo a livello globale, dietro Pablo Picasso e l’amico Jean-Michel Basquiat. 

https://www.artprice.com/artprice-reports/the-art-market-in-2021/top-500-artists-by-auction-turnover
 

Il 15 novembre 2021, il suo dipinto Nine Marilyn (1962) è stato uno dei protagonisti della Sotheby’s Macklowe Collection, la collezione di maggior valore mai battuta all’asta: stimata tra i 40 e i 60 milioni di dollari, la tela è stata acquistata per 47,4 milioni di dollari. Un risultato relativamente modesto, che tuttavia ha segnato il rilancio del mercato delle opere di fascia alta di Warhol e ha rassicurato i venditori. 

2. Il periodo creativo più florido 

Nonostante le opere di Warhol circolino copiose nelle sale d’asta, i suoi principali successi rimangono piuttosto rari; questo vale in particolare per le serie più famose, tra cui Campbell Soup, Mao, Jackie Kennedy, ecc. Tra queste, quasi tutte le tele a colori sono oggi esposte nei principali musei. Tra i cinque migliori risultati d’asta di Andy Warhol, quattro opere in bianco e nero e un lavoro in verde e nero, nessuno dei quali ostenta colori propriamente Pop. 

I 5 migliori risultati d’asta di Andy Warhol 

1. Silver Car Crash (1963) – 105,4 milioni di dollari – 13/11/2013 – Sotheby’s NY 

2. Triple Elvis (1963) – 81,9 milioni di dollari – 12/11/2014 – Christie’s NY 

3. Green Car Crash (1963) – 71,7 milioni di dollari – 05/16/2007 – Christie’s NY 

4. Four Marlons (1966) – 69,6 milioni di dollari – 11/12/2014 – Christie’s NY 

5. Men in her life (1962) – 63,4 milioni di dollari – 08/11/2010 – Phillips de Pury NY 

Queste cinque opere sono state realizzate negli anni 1960, il decennio più creativo dell’artista. La serie Shot Marilyn, che comprende il pezzo battuto all’asta da Christie’s lunedì 9 maggio, è stata realizzata nello stesso periodo. Fino a oggi, un solo dipinto di questa serie è stato venduto all’asta: Shot Red Marilyn (1964), acquistato per 4 milioni di dollari nel 1989 e, in seguito, per 3,6 milioni di dollari nel 1994 da Christie’s a New York. 

3. Un’opera dalla storia vivace 

Shot Sage Blue Marilyn (1964) fa parte di una serie di cinque ritratti dell’attrice più idolatrata d’America negli anni 1950, quella a cui sparò la performer Dorothy Podber. Si racconta che Andy Warhol accettò ingenuamente la sua richiesta di uno “shot” sulle opere, pensando chiaramente che la giovane donna volesse fotografarle. L’incidente fu risolto velocemente prima che potesse creare danni, ma il genio commerciale dell’artista americano riuscì a volgere l’incidente a suo vantaggio. Aggiungendo un’ulteriore storia al mito di Marilyn, della Factory, della Pop Art e dell'”appropriazione”, Warhol è riuscito a rendere le cinque tele ancora più straordinarie. 

Come sottolinea Christie’s, non si tratta solo di una delle opere più belle di Warhol ancora in circolazione: potrebbe infatti provenire da una delle collezioni più leggendarie, quella dell’illustre mercante d’arte e amico dell’artista Thomas Ammann. Come Leo Castelli, Ammann ha contribuito a rendere celebre il lavoro di Warhol, esponendolo accanto a opere di Francis Bacon, Jasper Johns, Mark Rothko, Cy Twombly e Jean-Michel Basquiat. 

4. Icona dell’arte del dopoguerra e degli NFT 

Per quindici anni, Andy Warhol è stato l’artista del dopoguerra di maggior successo sul mercato dell’arte. Il suo successo si basa su un lavoro chiaramente riconoscibile in tutte le diverse tecniche artistiche radicalmente innovative che ha sperimentato, tecniche che, per molti aspetti, hanno aperto numerose strade all’arte contemporanea. Mettendo in discussione la riproducibilità delle opere, così come il rapporto tendenzioso tra arte e denaro, il suo lavoro ha sfidato molti dei presupposti del mercato dell’arte del dopoguerra. 

Lo stesso avviene oggi con gli NFT, un fenomeno il cui successo è intrinsecamente legato alla diffusione delle criptovalute e che gioca con “variazioni su un tema”, al punto di creare 10.000 versioni in collezioni PFP (picture for proof). 

Nel maggio 2021, Christie’s ha offerto cinque opere digitali di Andy Warhol (su floppy disk) sotto forma di NFT. 

5. Una situazione economica estremamente favorevole 

Nel 2021, le vendite di NFT hanno contribuito alla ripresa del mercato globale dell’arte. Questa nuova categoria di opere ha rappresentato solo l’1,4% del fatturato globale delle aste d’arte (per un valore complessivo di 232 milioni di dollari), ma i risultati delle opere di Beeple, Pak e Larva Labs hanno risvegliato i collezionisti mostrando le possibilità di un mercato dell’arte meno prevedibile e ancora non ben avviato. 

https://www.artprice.com/artprice-reports/the-art-market-in-2021/key-results-in-2021
 

Rispetto all’anno scorso, il 2022 sembra essere iniziato in modo piuttosto cauto, nonostante i risultati eccellenti già battuti a Londra, come lo straordinario record per un’opera di René Magritte venduta per quasi 80 milioni di dollari, e un Chardin che ha superato i 26 milioni di dollari a Parigi. Ma a New York le vendite non sono ancora realmente iniziate: il mese di maggio segnerà il vero inizio dell’anno, con le prestigiose sessioni primaverili della Grande Mela. 

Proprio in questo scenario avrà luogo la vendita di Shot Sage Blue Marilyn (1964), il cui ricavato sarà interamente devoluto in beneficenza. 

Immagine: [https://imgpublic.artprice.com/img/wp/sites/11/2022/05/Andy-WARHOL-Marilyn-Monroe-FS-II-29-1629243005.jpg] 

Copyright 1987-2022 thierry Ehrmann www.artprice.com – www.artmarket.com
 

Artmarket.com è quotata su Eurolist di Euronext Parigi, SRD long only e Euroclear: 7478 – Bloomberg: PRC – Reuters: ARTF. 

Scopri Artmarket e il suo dipartimento Artprice in video: www.artprice.com/video
 

Artmarket, con il suo dipartimento Artprice, è stata fondata nel 1997 dal CEO thierry Ehrmann. Artmarket, con il suo dipartimento Artprice, è controllata dal Groupe Serveur, creato nel 1987. 

Biografia certificata Who’s Who ©:Biographie_thierry_Ehrmann_2022_WhosWhoInFrance.pdf
 

Artmarket è un operatore globale del Mercato dell’Arte che comprende, tra le altre strutture, il dipartimento Artprice, leader mondiale nella raccolta, gestione e utilizzo delle informazioni sul mercato dell’arte storico e attuale in banche dati che contengono più di 30 milioni di indici e risultati di aggiudicazione, per oltre 770.000 artisti. 

Artprice by Artmarket, leader mondiale dell’informazione sul mercato dell’arte, ha come ambizione quella di diventare, mediante il suo Global Standardized Marketplace, la più grande piattaforma di NFT d’arte. 

Artprice Images® consente l’accesso illimitato alla più grande banca immagini al mondo dedicata al Mercato dell’Arte: ben 180 milioni di fotografie digitali o riproduzioni incise di opere d’arte dal 1700 fino a oggi, corredate dai commenti dei nostri storici dell’arte. 

Artmarket, con il suo dipartimento Artprice, raccoglie dati su base permanente da 6300 Case d’Asta e produce informazioni chiave sul Mercato dell’Arte per le principali agenzie di stampa e comunicazione (7.200 pubblicazioni). I 5,4 milioni di utenti (registrati + social media) hanno accesso agli annunci pubblicati dagli altri utenti. Oggi questa rete rappresenta il Global Standardized Marketplace®, leader nella compravendita di opere d’arte a un prezzo fisso o di offerta (aste regolate dai paragrafi 2 e 3 dell’Articolo L 321.3 del Codice di Commercio Francese). 

Artmarket, con il suo dipartimento Artprice, ha ricevuto il marchio di Stato “Società Innovativa” dalla Banca Pubblica di Investimento (BPI) (per la seconda volta nel novembre del 2018 per altri 3 anni), che sostiene la società nel progetto di consolidamento della sua posizione come operatore globale del mercato dell’arte. 

Rapporto 2020 sul Mercato Globale dell’Arte di Artprice by Artmarket, pubblicato nel marzo del 2022:https://www.artprice.com/artprice-reports/the-art-market-in-2021
 

Rapporto 2020-2021 di Artprice sul mercato dell’arte contemporanea by Artmarket.com:https://www.artprice.com/artprice-reports/the-contemporary-art-market-report-2021
 

Indice dei comunicati stampa pubblicati da Artmarket con il suo dipartimento Artprice:serveur.serveur.com/Press_Release/pressreleaseEN.htm
 

Segui tutte le notizie sul Mercato dell’Arte in tempo reale con Artmarket e il suo dipartimento Artprice su Facebook e Twitter: 

www.facebook.com/artpricedotcom/ (oltre 5,7 milioni di follower) 

twitter.com/artmarketdotcom
 

twitter.com/artpricedotcom
 

Scopri l’alchimia e l’universo di Artmarket e del suo dipartimento Artprice https://www.artprice.com/video con sede presso il celebre Museo di Arte Contemporanea l’Organe “La Demeure du Chaos” (New York Times dixit): https://issuu.com/demeureduchaos/docs/demeureduchaos-abodeofchaos-opus-ix-1999-2013
 

Contatta Artmarket.com e il suo dipartimento Artprice – Contatti: Thierry Ehrmann, ir@artmarket.com
 

Foto – https://mma.prnewswire.com/media/1813322/Artmarket_Marilyn_Monroe.jpgLogo – https://mma.prnewswire.com/media/1009603/Art_Market_logo.jpg
 

  

  

 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Riassunto: Primo posto di Pyramid Analytics per i casi d’uso dell’analitica aumentata nella relazione 2022 di Gartner® sulle capacità critiche per le piattaforme analitiche e di business intelligence

Articolo successivo

Crown Sterling Hosts Blockchain Leadership Summit in Giza, Egypt

Articoli correlati
P