Medicina, in un saggio il viaggio tra i limiti della scienza impareggiabile

(Adnkronos) – E’ stato presentato a Roma l’ultimo saggio di Ivan Cavicchi, filosofo  della medicina e docente di Logica e Filosofia della Scienza all’Università di Tor Vergata. Con ‘La scienza impareggiabile’, pubblicato da Castelvecchi Editore, il professor Cavicchi analizza fratture e contraddizioni tra il complesso sistema di regole e principi della scienza medica e la realtà del malato: “Il problema principale della medicina è che oggi il suo apparato concettuale, le sue classi e le sue metodologie non coincidono più con le complessità sociale. Molto semplicemente questo. Per cui dobbiamo trovare il modo di rifarla coincidere con le complessità sociali. La formazione del medico va ripensata radicalmente, è una formazione ancora riduzionista: noi dobbiamo ripensarla in chiave di complessità”. Tra i relatori, il dottor Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici e degli odontoiatri: “La medicina sta attraversando una crisi d’identità e che vuole ritrovare una strada per essere ancora straordinariamente presente nel tessuto sociale della nostra comunità e dare un contributo essenziale, non soltanto sotto il profilo delle competenze ma anche sotto il profilo culturale ed etico”. La tendenza verso un tipo di cura sempre più su misura del paziente è stata analizzata dal professor Francesco Cognetti, presidente della Federazione degli oncologi, cardiologi e ematologi: “La cura sartorializzata è un concetto che corrisponde alla cosiddetta medicina personalizzata. Oggi nel corso degli anni e dei decenni si sono realizzate alcune conoscenze soprattutto biologiche, molecolari e genetiche che consentono di applicare ai pazienti affetti dalla stessa patologia non sempre le stesse cure”. L’evento è stato organizzato con il contributo non condizionato di Boiron. A rappresentare l’azienda farmaceutica la presidente e amministratrice delegata Silvia Nencioni: “Io credo che noi come azienda farmaceutica possiamo dare come contributo quello di creare degli eventi come questo, degli eventi in cui ci sono relatori di questo calibro e così differenti anche nei loro ruoli ma così importanti e che all’interno di questi dibattiti si possa poi concretamente fare un passo in avanti. Perché passo dopo passo possiamo davvero arrivare alla medicina impareggiabile di cui ci parla professor Cavicchi”.  

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Medicina, Castellone (M5S): “Necessario recuperare coesione sociale”

Articolo successivo

Covid oggi Italia, bollettino Protezione Civile e contagi regioni 29 aprile

Articoli correlati
P