Stop alla plastica monouso, cosa non sarà più possibile acquistare

Scatta domani ufficialmente la legge che vieta l’uso della plastica monouso, non compostabile e biodegradabile. L’Italia, infatti, recepisce la direttiva Sup (Single Use Plastic) con la quale l’Europa mira a ridurre notevolmente l’impatto di determinati prodotti di plastica sull’ambiente, preservando mari e oceani.  

Da domani, dunque, non sarà più possibile acquistare: posate e piatti in plastica, cannucce, bastoncini di cotone, agitatori per bevande, aste a sostegno dei palloncini, contenitori per alimenti e per bevande in polistirene espanso. 

Il divieto non si limita alla sola produzione e all’utilizzo nella gastronomia e nella ristorazione da asporto ma anche alla vendita da parte di supermercati e negozi e per chi non rispetta le regole è prevista una sanzione che può arrivare fino a 25mila euro. 

La strategia europea mira a contrastare l’inquinamento dei nostri mari e oceani. Si stima infatti che la plastica che galleggia negli oceani si aggiri tra i 5 e i 13 milioni di tonnellate e che la metà di questa sia composta proprio da plastica usa e getta. 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Comviva to offer Next-Generation BlueMarble Solution on IBM Cloud for Telecommunications

Articolo successivo

Covid, misure più severe in alcuni paesi contro i no vax

Articoli correlati
P