Renzi: “Draghi? Al Colle o a Chigi, ma non possiamo farne a meno”

“Non possiamo permetterci di fare a meno di Draghi: che stia al Colle o che stia a Palazzo Chigi, l’importante è che sia in campo”, dice il leader di Italia viva Matteo Renzi, ospite di ‘Non è l’arena’ su La7. “Chi pensa di fare a meno di Draghi in questo momento è uno che ha mangiato male in queste vacanze di Natale”, ha sottolineato l’ex premier.  


“Draghi è un fuoriclasse, dove lo facciamo giocare? Questa è la domanda: prima punta o numero 10?”, si chiede Renzi. “Draghi è una persona al servizio delle istituzioni. Gli schemi di gioco son due: il primo, rimane al governo ancora per un anno e mezzo. In questo scenario Draghi gioca da prima punta”, spiega l’ex premier. Anche la possibilità di eleggere Draghi al Quirinale “è una soluzione che ha un senso: gioca più a centrocampo ma per 7 anni”. 

“Io il kingmaker di questa elezione del Presidente della Repubblica? Con Mattarella sì, questa volta no. L’altra volta avevo 400 parlamentari, ora ne abbiamo 40, è un po’ diverso. Vorrei chiedere a tutti i grandi elettori di pensare all’Italia e non ai singoli partiti”, ha aggiunto. 

“Nel M5S ci sarà una divisione nei prossimi mesi e Virginia Raggi secondo me è potenzialmente leader di un partito diverso da quello di oggi. E che una parte di quel partito strizzi l’occhio ai no vax non è una novità”, ha continuato Renzi parlando del M5S. 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Seegene Unveils Blueprint for the Future of Molecular Diagnostics, Including Open Development Platform at the 40th Annual J.P. Morgan Healthcare Conference

Articolo successivo

Roma, ritrovata la carrozzina rubata all’attore Rodolfo Laganà

Articoli correlati
P