Omicidio Regeni, si riparte dall’udienza preliminare

Sit-in a piazzale Clodio in occasione della nuova udienza preliminare sull’omicidio di Giulio Regeni, il ricercatore italiano sequestrato, torturato e ucciso in Egitto nel 2016. Presenti i genitori, la madre Paola Deffendi e Claudio Regeni, accompagnati dall’avvocato Alessandra Ballerini, che hanno mostrato lo striscione giallo con scritto ‘Verità per Giulio Regeni’. Al presidio era presente anche il presidente dell’Fnsi Giuseppe Giulietti. Questa mattina infatti si riapre il procedimento, davanti a un nuovo gup dopo la battuta d’arresto nell’udienza dello scorso 14 ottobre quando i giudici della Terza Corte d’Assise di Roma, chiamati a decidere sull’assenza in aula dei quattro 007 egiziani imputati, hanno dichiarato la nullità del decreto che disponeva il giudizio.  


Un’udienza che cade a pochi giorni dal sesto anniversario del rapimento di Giulio con la Procura di Roma che ha portato avanti le indagini nonostante i depistaggi e le mancate risposte del Cairo alle richieste degli inquirenti italiani.  

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Covid, accordo Pfizer-BionTech per primo vaccino mRna contro herpes zoster

Articolo successivo

Ferrovia Verona-Padova, l'alta velocità sostenibile che unisce Ue all'Asia

Articoli correlati
P