Bere una birra a Brescia può costare l’arresto fino a tre mesi

(Adnkronos) – Bere una birra a Brescia può costare l’arresto fino a tre mesi. Il sindaco Emilio Del Bono ha vietato la vendita di alcolici vicino alla stazione dal 21 gennaio al 25 aprile 2022. L’ordinanza, firmata dal primo cittadino prevede un divieto destinato a tutti: esercizi commerciali, circoli privati, laboratori artigianali, bar, supermercati, distributori automatici, i quali non potranno vendere bevande di qualsiasi gradazione alcolica, contenute in qualsiasi recipiente, in qualsiasi giorno dalle ore 14.30 alle ore 6. La decisione del divieto di vendita di alcolici è stata presa dopo che nella zona della Stazione si è verificato un eccessivo consumo di bevande alcoliche da parte di persone che consumano restando a lungo in zona con la conseguenza di schiamazzi così da disturbare i residenti. La polizia controllerà le eventuali violazioni che saranno punite con l’arresto fino a tre mesi o una multa fino a 206 euro.  

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Quirinale, Renzi: "Berlusconi non è della partita"

Articolo successivo

Parity Technologies and MediLedger Network Announce Partnership to Deliver Blockchain-Powered Solutions to the Life Sciences Industry

Articoli correlati
P