Tutti pazzi per il panettone nel mondo!

Non è Natale se non c’è il panettone. Ma è davvero così? Il famoso dolce a cupola dalla lunghissima lievitazione dall’Italia, suo paese d’origine, è sempre di più apprezzato in tutto il mondo. Se le festività natalizie sono l’occasione per portarlo in tavola, l’abitudine di trovarlo in pasticceria durante tutto l’anno si fa sempre più strada. 


Abbiamo fatto il giro del mondo e chiedere ai migliori mastri pasticceri dal Brasile, all’Irlanda, alla Svizzera agli Stati Uniti d’America di farci conoscere “il loro” panettone.

IL PANETTONE NEGLI USA

Negli Stati Uniti d’America il panettone sta ottenendo molti riconoscimenti soprattutto negli ultimi anni, quello più apprezzato è quello tradizionale milanese seguito da quello al cioccolato gianduiotto, come afferma Joseph Settepani dalla sua pasticceria di New York Bruno Bakery. Il panettone si trova sulle tavole degli americani durante le festività natalizie insieme agli dolci tipici come gli stollen e i biscotti allo zenzero, ma non manca anche durante l’altra grande festa nazionale: il Giorno del Ringraziamento.

IL PANETTONE IN IRLANDA

In Irlanda, per Natale non possono mancare Iced Fruit cake, Plum pudding, and Mince pies for Christmas ma negli ultimi anni trova il suo onorato posto in tavola anche il panettone tradizionale. Gli irlandesi hanno cominciato a conoscere il dolce milanese grazie alle prime importazioni che si potevano acquistare nei grandi magazzini ma con il tempo hanno cominciato ad apprezzare sempre di più quello artigianale come spiega il Mastro panettiere Jimmy Griffin.

IL PANETTONE NEL SUD AMERICA

In Brasile ogni anno si consumano oltre 450milioni di panettoni e l’abitudine ad avere in tavola il dolce lievitato ha valicato i confini delle festività natalizie e si può gustare durante tutto il periodo dell’anno. Inoltre il Brasile esporta verso il Nord America circa 10 milioni di panettoni. Segue il Perù, che ogni anno ne produce e consuma oltre 35 milioni. Altri grandi produttori del Sud America sono Argentina e Uruguay dove si apprezza maggiormente il panettone tradizionale ma anche quello al cioccolato. Il panettone si contende la tavola durante le festività natalizie con il prodotto tipico il Bolo de Reis, simile a quello portoghese con il quale si festeggia il 6 gennaio.

LA VERA RICETTA

Abbiamo chiesto la ricetta originale del panettone al vincitore della Coppa del Mondo del Panettone del 2021 il 7 novembre a Lugano: Salvatore Tortora della pasticceria Espresso napoletano (Italia). “Il mio panettone è stato studiato per vincere la Coppa del Mondo, è un panettone molto ricco ma leggero che si scioglie sul palato. Ho scelto di usare un lievito madre dolcissimo per rendere il gusto ancora più piacevole. Il mio segreto è usare il miele di arancio che dona un sapore molto particolare. Il mio panettone lievita per oltre 34 ore e ciò permette di mantenere il più possibile gli zuccheri. La cottura è di circa 60 minuti a 140°. L’impasto è molto ricco di frutta candita e ciò permette di avere un panettone molto morbido”.

GLI INGREDIENTI:

1 kg di farina, 5 hg di zucchero, 2 hg di miele, 20 gr di sale, 6 hg di tuorlo d’uovo, 6 hg di acqua, 2 hg di lievito naturale, 1,3 kg frutta e 9 hg di burro. Con questo impasto si realizzato 5 panettoni.

IL PANETTONE IN SVIZZERA

Se il panettone tradizionale rimane quello più consumato in Svizzera negli ultimi anni le varianti al pistacchio, gianduia e marron glacés sono sempre più popolari.

La maggior parte dei produttori sono ticinesi ma le richieste arrivano ormai da tutta la Svizzera, da quella in lingua tedesca e perfino dalla Germania.

Lo afferma Mastro Giuseppe Piffaretti, patron della Coppa del Mondo del Panettone. Il panettone tradizionale viene richiesto per le festività accanto allo stollen, il panpepato e l’immancabile il pandoro ma sempre di più si può trovare sugli scaffali delle pasticcerie durante tutto l’anno.

“Possiamo tranquillamente affermare – continua Piffaretti – che il panettone si sta espandendo in ogni angolo del mondo. Tra qualche anno avrà una notorietà mondiale al pari di quella per la pizza”.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Rtl 102.5 presenta BIG & BANG HITS 21/22

Articolo successivo

Variante Omicron Italia, primo caso in Veneto

Articoli correlati
P