YSL Beauty estende il programma Abuse Is Not Love per combattere la violenza dei partner intimi (IPV) in 17 paesi in collaborazione con organizzazioni locali senza scopo di lucro

Il marchio di bellezza globale sta espandendo i suoi sforzi per educare il pubblico sui segnali di allarme dell’abuso, con l’obiettivo di formare 2 milioni di persone in tutto il mondo entro il 2030 


PARIGI, 17 novembre 2021 /PRNewswire/ — Dal lancio del suo programma Abuse Is Not Love lo scorso anno, YSL Beauty ha avuto un impatto significativo nell’educare oltre 100.000 giovani sulle relazioni abusive e sostenere le organizzazioni. Basandosi su queste iniziative del primo  anno,  Abuse Is Not Love sta ora entrando nella sua prossima fase di crescita, in particolare con l’espansione delle sue partnership  con  organizzazioni senza scopo di lucro  in  17 paesi in quattro continenti. Il marchio lancerà anche un nuovo strumento di formazione online questo mese per fornire risorse e supporto a coloro che hanno relazioni abusive, oltre a fornire strumenti per coloro che cercano di diventare alleati del programma.  

Per visualizzare il comunicato stampa multimediale, fare clic su:https://www.multivu.com/players/English/8981051-ysl-beauty-accelerates-abuse-is-not-love-combatting-ipv-partnership/
 

Il programma Abuse Is Not Love lancia la sua prossima fase di espansione globale 

Il programma Abuse Is Not Love è stato lanciato nel 2020 con tre importanti partnership con organizzazioni senza scopo di lucro negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Francia. Quest’anno, il programma ha ampliato la sua portata per includere  partnership  di base in altri 14  paesi, portando il totale a 17. Queste partnership si concentrano principalmente sull’offerta di sessioni educative sui nove segni chiave dell’IPV, aumentando la consapevolezza su come intervenire quando una persona cara è in una relazione violenta. Finora, oltre 100.000 persone sono state formate sia all’interno che da organizzazioni senza scopo di lucro (tra cui 4.716 persone all’interno dei team di L’Oréal e Yves Saint Laurent Beauty), con l’obiettivo di formare 2 milioni di persone entro il 2030. 

“Questo impressionante tasso di espansione illustra l’impegno incrollabile del nostro marchio nella lotta contro l’IPV su scala globale”, afferma Stephan Bezy, International General Manager, Yves Saint Laurent Beauty. “In Yves Saint Laurent Beauty, crediamo fermamente nel sostegno alla libertà e all’indipendenza delle donne. Nell’apprendere la natura pervasiva dell’IPV e come i segni di abuso in bella vista siano spesso nascosti, il nostro marchio è più motivato che mai a continuare l’espansione del programma, supportando le organizzazioni senza scopo di lucro in tutto il mondo”. 

Una piattaforma di comunicazione ambiziosa per condividere istruzione e risorse 

Una componente significativa dell’agenda di coinvolgimento globale del marchio è il lancio del sito web Abuse Is Not Love. Il sito web, creato in collaborazione con la principale studiosa Dr. Beth Livingston (un’accademica di genere e diversità con sede negli Stati Uniti che ha condotto ricerche nell’ambito del programma Abuse is Not Love), sarà accessibile a tutti i paesi, fornendo sessioni di formazione e risorse educative alle vittime di relazioni abusive e a coloro che cercano di diventare alleati. Lo strumento di formazione del sito web aiuterà le persone a comprendere la natura sfaccettata delle relazioni abusive, i segni di una relazione abusiva e la guida su come lasciare o aiutare una persona cara a lasciare una relazione abusiva. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito web del programma:  abuseisnotlove.com, che sarà presto attivo. 

Guardando al futuro: obiettivi ambiziosi per combattere un problema globale urgente  

La violenza del partner intimo (IPV) rimane una delle forme più comuni di violenza contro le donne, con quasi 1 donna su 3 a livello globale che subisce IPV e / o violenza sessuale almeno una volta nella vita.
[1] Per continuare ad affrontare questo problema,  Yves Saint Laurent Beauty prevede di espandere ulteriormente il programma Abuse Is Not Love nel 2022 e fino al 2030. Questo slancio sostenuto non farà che avvicinare il marchio al suo obiettivo 2030 di formare 2 milioni di persone in tutto il mondo sui segni di abuso; la ricerca mostra che l’IPV viene fornito con segnali di avvertimento chiave e se questi segnali di avvertimento possono essere rilevati prima, gli individui possono essere in grado di riconoscere meglio i comportamenti abusivi e cercare o offrire aiuto.
[2]

 

Una nuova campagna educativa con l’ambasciatrice Zoë Kravitz 

Il lancio della campagna 2021 includerà un video di sensibilizzazione con l’ambasciatrice di YSL Beauty Zoë Kravitz, che è un’importante sostenitrice della causa e che ha sostenuto il programma Abuse is Not Love sin dal suo lancio lo scorso anno. Oltre a questo video, il marchio lancerà anche una serie di 9 video animati sui nove segni di abuso, che saranno condivisi sulle piattaforme di YSL Beauty.   

Yves Saint Laurent Beauty Italia annuncia la partnership con D.i.Re Donne in Rete contro la violenza, all’interno del programma globale di lotta contro la violenza nelle relazioni intime:  

ABUSE IS NOT LOVE 

Nell’arco della sua vita circa 1 donna su 3 vive questo tipo di violenza[3]Le segnalazioni di violenze sono aumentate circa del 30% durante i mesi dellapandemia da Covid-19[4]  

Milano, ITALIA – 8 Marzo 2021 – Yves Saint Laurent Beauty Italia ha annunciato oggi la partnership locale con D.i.Re Donne in Rete contro la violenza, all’interno del programma globale di lotta contro la violenza nelle relazioni intime: Abuse is not love. Il brand sosterrà programmi di educazione e formazione del suo partner non-profit. La violenza nelle relazioni intime è un tema sociale di rilevanza primaria: nell’arco della sua vita circa 1 donna su 3 vive questo tipo di violenza e solo una piccola parte delle sopravvissute ottiene giustizia.  

la partnership si basa su 3 pilastri chiave della formazione educativa:  

1.Formazione degli studenti dell’Istituto Marangoni Milano  

Il percorso prevederà tre sessioni di formazione: informazione e descrizione del fenomeno; riconoscimento dei segnali di abuso e degli stereotipi nel mondo della moda; briefing e creazione di un output per un progetto realizzato direttamente dagli studenti. Alla fine del percorso, saranno previsti dei momenti di presentazione dei progetti e dei risultati. 

2.Formazione interna dei team Yves Saint Laurent Beauty   

È prevista l’organizzazione di seminari di formazione per il team aziendale di YSL Beauty, finalizzati alla comprensione e identificazione dei rapporti abusivi. Nel corso di questi laboratori si forniscono gli strumenti e le risorse, non solo per loro stessi, ma per diventare agenti di cambiamento nelle loro comunità. 

3.Formazione delle Beauty Advisor di un partner retail 

Verranno organizzate delle sessioni di formazione per il personale di vendita di un nostro partner retail, per far sì che le beauty advisor siano in grado di riconoscere i segnali di violenza su di loro e sulle consumatrici con cui si interfacciano a punto vendita.  

[1] 
https://www.who.int/news-room/fact-sheets/detail/violence-against-women
[2] https://www.unwomen.org/en/what-we-do/ending-violence-against-women/faqs/signs-of-abuse
[3] 

https://www.who.int/news-room/fact-sheets/detail/violence-against-women [4] D.i.Re, Conferenza Stampa 25 Novembre 2020, “Il mondo si è fermato” 

  

  

  

Photo – https://mma.prnewswire.com/media/1689735/YSL_Abuse_Is_Not_Love.jpg Logo – https://mma.prnewswire.com/media/1689734/YSL_Beauty_Abuse_Is_Not_Love_Logo.jpg
 

  

 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Migranti, 10 morti su barcone al largo della Libia

Articolo successivo

Riyadh Season in Saudi Arabia Ignited by a Chinese LED Enterprise-Unilumin

Articoli correlati
P