Scannapieco: “Cdp sarà complementare al mercato”

“Sostenibilità, addizionalità e sussidiarietà rispetto al mercato, strategie, policy e impatto sono i principi-chiave del Piano Strategico” approvato da Cassa Depositi e Prestiti. Lo afferma l’AD di Cdp Dario Scannapieco nella nota che accompagna la diffusione del nuovo Piano. “Il punto di partenza – aggiunge – è l’osservazione delle sfide urgenti che l’Italia ha di fronte a sé. Cassa risponderà con un approccio complementare rispetto al mercato, indirizzando le risorse verso le priorità dell’Italia e puntando a raggiungere effetti positivi per imprese, pubbliche amministrazioni e famiglie”.  


Il piano industriale di Cdp “si interseca in alcuni casi con il pnrr; il piano è come una onda che sollevi tutte le barche e le faccia salire” in superficie. Scannapieco ha citato un discorso di John Kennedy del 1964. “Cdp metterà a disposizione le proprie competenze per mettere a terra i progetti” spiega annunciando la creazione di una task force che risponde all’Ad. 

“Ci piacerebbe, per valorizzare la nostra partecipazione in Euronext, aiutare più imprese a quotarsi. Oggi abbiamo un numero di quotate, soprattutto sul listino principale, molto basso. Vogliamo sfruttare questa opportunità per aiutare e dare suggerimenti al governo per snellire le procedure di quotazione e fare in modo che il mercato azionario diventi una fonte alternativa”.
 

“A volte sui giornali si legge ‘Cdp ovvero la cassaforte dello stato’. Così si dà l’idea di qualcosa pesante e inerte, invece noi vogliamo sviluppare la parte della testa, pensare bene”.
 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Caso Grillo, domani la gup deciderà sul rinvio a giudizio

Articolo successivo

Gorno Tempini: "Piano strategico Cdp non è elenco buone intenzioni ma strumento che dà direzione futuro"

Articoli correlati
P