Dott. Davide Piano: la telemedicina, un valido supporto per la diagnosi delle malattie cardiache

Nell’ambulatorio Servizi Sanitari Cardiovascolari di Cagliari vengono messe a disposizione dei pazienti tecnologie di ultima generazione per monitorare diversi parametri direttamente da casa
 


Cagliari, 24 novembre 2021. È passato dal 21 al 47% il ricorso agli strumenti del teleconsulto da parte dei medici specialisti italiani durante l’emergenza sanitaria per il Covid 19; nel contempo anche l’utilizzo di strumenti di monitoraggio è salito dal 13 al 28%. I dati sono dell’Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità della School of Management del Politecnico di Milano e testimoniano un cambiamento di abitudini che continua anche dopo i periodi di lockdown. “La telemedicina – commenta il dottor Davide Piano, medico cardiologo e direttore sanitario presso Servizi Sanitari Cardiovascolari Stp di Cagliari – non è sostitutiva della visita in presenza che deve essere effettuata dagli specialisti ma può essere sicuramente un ottimo ed utile supporto. Per quanto riguarda le malattie cardiovascolari la rapidità di una diagnosi è fondamentale ed avere in tempo reale i parametri che servono per decidere se una persona ha bisogno di un ricovero o un intervento urgente o invece è meno grave, spesso è di importanza vitale”. Le malattie cardiovascolari, infatti, secondo i dati dell’Organizzazione Sanitaria Mondiale continuano a essere una delle principali cause di morte; una diagnosi tempestiva e precisa risulta quindi davvero importante. 

Il dottor Davide Piano per i pazienti di tutta la Sardegna mette a disposizione strumenti innovativi per eseguire esami diagnostici accurati e puntuali; tra questi anche dispositivi tecnologicamente avanzati che possono essere usati in autonomia dai pazienti per monitorare la situazione giorno per giorno. “La tecnologia – conferma il dottor Piano – ha fatto passi da gigante in questo senso. Noi abbiamo apparecchiature che possono essere facilmente utilizzate dai pazienti e che permettono di monitorare costantemente in più giorni parametri essenziali quali pressione arteriosa, temperatura corporea, elettrocardiogramma, frequenza cardiaca e saturazione parziale dell’ossigeno. Li trasmettono 2 volte al giorno direttamente al mio portale così da avere la situazione sotto controllo in tempo reale senza dover fare lunghi esami diagnostici”. 

Nei casi specifici di patologie a più alto rischio, è offerta la possibilità di una valutazione multiparametrica in via telematica, che comprende la registrazione simultanea e combinata sino ad un massimo di 7 giorni dell’elettrocardiogramma, della frequenza cardiaca, della pressione arteriosa e delle fasi del sonno. 

Ma come funziona? Il paziente contatta il dottor Davide Piano che dopo attenta valutazione assegna le apparecchiature di monitoraggio al paziente, insegnandogli ad usarle.  

“Un’altra opportunità data dalle nuove tecnologie – conclude il dottor Piano – è una puntura su un dito che viene fatta dal nostro personale e che rileva nel giro di pochi minuti i valori dell’emoglobina, della troponina, della creatinina e del BNP. Anche questi parametri vengono esaminati immediatamente così da avere la situazione aggiornata e prendere le opportune decisioni. Ripeto, la telemedicina non sostituisce la visita di un professionista ma è sicuramente un valido aiuto e monitora la situazione rapidamente e nel tempo”. 

Per qualsiasi informazione si può consultare il sito www.davidepiano.com 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

NTC and Aspen announce SAHPRA positive outcome for the fixed dose combination of levofloxacin and dexamethasone multidose eye drops

Articolo successivo

Dott. Davide Piano: la telemedicina, un valido supporto per la diagnosi delle malattie cardiache

Articoli correlati
P