Covid oggi Germania, in arrivo coprifuoco e 2G plus: le regole dei Laender

Di fronte al vertiginoso aumento dei contagi Covid in Germania, alcuni Laender hanno annunciato oggi l’introduzione della regola delle 2G, l’adozione del coprifuoco e il ricorso alla didattica a distanza. Il governo regionale di Berlino, rende noto la Dpa, ha concordato il ricorso alle restrizioni imposte con la regola delle 2G, che limita l’accesso agli esercizi commerciali al dettaglio ai soli vaccinati o guariti, fatta eccezione per i negozi che vendono beni di prima necessità e le farmacie. Il governo di Amburgo ha deciso di estendere la stessa norma ad alberghi, teatri e cinema.  


“Sopprimeremo la frequenza obbligatoria nel settore scolastico”, ha annunciato la titolare dell’Istruzione nel Land del Brandeburgo, Britta Ernst, spiegando che molti genitori non vogliono che i figli frequentino visto l’aumento dei casi. Nel NordReno Westfalia, si applicherà la regola del 2G plus, ossia l’ingresso in discoteche e club ai soli vaccinati o guariti in possesso di un recente test negativo. La Turingia va oltre e chiude club, bar e discoteche, vieta i mercatini di Natale e da domani impone un coprifuoco a partire dalle 22 per il settore della ristorazione e tra le 22 e le 5 per i non vaccinati, ai quali si applicheranno inoltre norme restrittive nei contatti. Lo ha reso noto la titolare della Salute del Land, Heike Werner. 

In Germania c’è stato un nuovo record del tasso di incidenza settimanale dei contagi : secondo il Robert Koch Institute, oggi ogni 100mila abitanti si registrano 399.8 casi, contro i 312.4 di ieri. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 45.326 casi e 309 morti, per un totale rispettivamente di 5.430.911 contagi e 99.433 decessi dall’inizio della pandemia. 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Covid oggi Abruzzo, 115 contagi e un morto: bollettino 23 novembre

Articolo successivo

Giorgetti: "Eicma a Milano piccolo miracolo della ripresa"

Articoli correlati
P