Come avere cura dei propri capelli

I capelli, si sa, sono un elemento fondamentale per il fascino di ogni persona e averli curati e in ordine è utile per aumentare l’autostima e la sicurezza di sè.


Curarli a dovere non è difficile e nemmeno troppo costoso dal punto di vista economico, però è bene seguire alcune semplici regole, così da ottenere risultati decisamente soddisfacenti sia a livello estetico che di benessere generale.

Vediamo insieme come ottenere chiome al meglio delle loro potenzialità in pochi passaggi.

Il benessere interiore dei capelli

Partiamo da un discorso basilare quando si parla di capelli: infatti per averli sani e belli bisogna partire dal loro benessere interiore, prima di concentrarsi sull’aspetto meramente estetico. Ma come fare?

Diciamo che a tal proposito, conviene adottare uno stile di vita più sano possibile, fatto di attività fisica costante, una corretta alimentazione a base di frutta e verdura e poche concessioni ai vizi in generale.

Si consiglia anche di bere almeno due litri di acqua al giorno, perché l’idratazione è fondamentale per il benessere dell’organismo e quindi dei capelli, che risulteranno in questo modo nutriti nel modo più corretto.

Questo perché i capelli sono luminosi, folti e vitali quanto più possibile ci occupiamo del nostro organismo sotto tutti i punti di vista. Non è sbagliato, poi, assumere determinati integratori alimentari, soprattutto in specifici periodi dell’anno, come ad esempio l’autunno, che vede i nostri capelli soggetti alla caduta dei capelli stagionale, anche in maniera particolarmente accentuata.

Ma questi sono consigli che si applicano a tutti e che valgono in linea generale per il benessere dell’intero organismo, capelli compresi.

Lo shampoo per la pulizia dei capelli

Veniamo ora al capitolo pulizia delle nostre chiome: si consiglia di effettuare un lavaggio ogni tre giorni circa, perché lavaggi più frequenti possono interferire con la produzione di sebo e con la conseguente comparsa di irritazioni al cuoio capelluto e forfora, oltre che con il rischio di avere capelli grassi.

Bisogna prestare attenzione anche alla temperatura dell’acqua, poiché lavaggi con acqua eccessivamente calda possono irritare il cuoio capelluto, aggravando l’eventuale presenza di forfora.

Passando invece al discorso dello shampoo per capelli ( https://www.ebranditalia.com/it/forniture-parrucchieri/prodotti-per-capelli-professionali/shampoo-professionale.html questi sono ottimi prodotti), è bene dire che conviene sceglierlo in base alle specifiche caratteristiche dei capelli, considerando nello scegliere lo shampoo se i capelli sono ad esempio se sono grassi, secchi, lisci, ricci, trattati, colorati o sensibilizzati.

Inoltre è opportuno puntare su prodotti di qualità, che sicuramente hanno costi maggiori rispetto a quelli della grande distribuzione, ma ne vale decisamente la pena.

Quanto shampoo utilizzare per un adeguato lavaggio?

È meglio utilizzarne modiche quantità, chiaramente considerando la lunghezza dei capelli, magari provvedendo a miscelarle con acqua tiepida prima di applicarle ai capelli.

Passando all’applicazione vera e propria, si consiglia di partire dalle radici e dal cuoio capelluto, emulsionando con acqua, effettuando un massaggio delicato, utile per distribuire nel modo corretto lo shampoo e per riattivare la micro-circolazione dei follicoli. Inoltre il massaggio può risultare davvero rilassante, il che non guasta quando ci si concede un bagno o una doccia.

Dopo aver massaggiato radici e lunghezze, occorre sciacquare la testa in maniera particolarmente accurata, onde evitare che rimangano tracce di prodotti sui capelli; un secondo shampoo non solo non è necessario, ma è sconsigliato, in quanto rischia di stressare inutilmente la chioma.

Poi conviene concentrarsi sull’applicazione del balsamo specifico, anche questo da scegliere in base alle caratteristiche dei capelli. Il balsamo va utilizzato ad ogni lavaggio ed è indispensabile per rinnovare lo strato protettivo del capello.

Una volta alla settimana, è possibile applicare una maschera per capelli che sarà utile per perfezionare il trattamento di bellezza.

Sia balsami che maschere vanno dosati con grande attenzione, lasciati agire per il tempo consigliato e sciacquati nella maniera più dettagliata possibile, meglio se con acqua tiepida; può essere utile un risciacquo finale con acqua fredda, per fare in modo che le cuticole si chiudano, proteggendo i capelli e donando loro una lucentezza invidiabile.

L’asciugatura dei capelli

Parliamo ora dello step successivo, ovvero quello relativo all’asciugatura dei capelli (qui un approfondimento dedicato: https://www.wikihow.it/Asciugare-i-Capelli-con-il-Phon ) d’estate converrebbe evitare il phon, ma durante il resto dell’anno non se ne può fare proprio a meno, anche se è bene seguire delle piccole indicazioni.

Intanto cominciamo a dire che prima di utilizzare il phon, conviene tamponare accuratamente la chioma con un asciugamano, con movimenti delicati e senza sfregare.

Poi, si consiglia di utilizzare phon professionali, dotati di ionizzatore e di regolatore della temperatura: il primo serve ad evitare che i capelli si carichino di elettricità statica, mentre il secondo è utile per non rischiare di danneggiare pelle e capelli stessi.

Anche i diffusori possono essere degli alleati, dato che consentono di rilasciare calore su tutto il capo, senza concentrarsi su specifiche zone.

Lo styling dei capelli

Se non si ha la fortuna di avere capelli naturalmente in ordine, si deve effettuare lo styling, ma per farlo si consigliano spazzole e pettini in materiali naturali, più adatti al corretto trattamento delle chiome.

Quanto a ferri e piastre, sarebbe bene evitarne un uso eccessivo, ma se proprio non se ne può fare a meno, meglio puntare su prodotti moderni, realizzati in materiali come la ceramica e la tormalina, oltre a selezionare temperature non superiori ai 180°.

Il parrucchiere

Diciamo ora che per una gestione corretta dei propri capelli, si dovrebbe andare dal parrucchiere almeno ogni due mesi, per una spuntatina periodica: non è necessario tagliare in maniera drastica, bastano pochi millimetri, per consentire alle chiome di rinnovarsi e di crescere più forti.

E poi tagliare ogni tanto, consente di eliminare le eventuali rotture e doppie punte che possono presentarsi sulle lunghezze, indebolendo la struttura capillare e rovinandone anche l’estetica.

Senza dimenticare che il parrucchiere può darci importanti informazioni in merito alla salute dei nostri capelli, oltre a consigliarci tagli e acconciature semplici da mantenere anche a casa, in modo da minimizzare eventuali danni da piastra o ferro.

Le colorazioni dei capelli

Se invece desideriamo cambiare il colore dei nostri capelli o semplicemente coprire quelli bianchi, il consiglio è di utilizzare prodotti di alta qualità, che possano sì colorare, ma senza il rischio di causare danni.

E attenzione alle allergie: si dovrebbe effettuare un test di prova con il prodotto che intendiamo utilizzare, al fine di scongiurare eventuali arrossamenti e irritazioni, che possono sfociare in vere e proprie reazioni allergiche, anche di grave entità.

Insomma, prendersi cura dei propri capelli non è difficile, ma è indispensabile per sfoggiare chiome sane e belle il più a lungo possibile!

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Carabiniere accoltellato in tentata rapina a Torino, fermato un minore

Articolo successivo

Claudio Cecchetto chiama in diretta RTL 102.5, inzia così lo show di Platinette

Articoli correlati
P