Black friday 2021, acquisti sicuri: come farli

Black friday 2021 ai blocchi di partenza. Ma come fare acquisti sicuri? Si comincia domani, venerdì 26 novembre, ma di solito gli sconti si allungano per tutto il fine settimana. Bene il risparmio però occhio alla truffa che è sempre in agguato ricorda studiocataldi.it. Come rilevato dalle associazioni dei consumatori, il 60% degli italiani è intenzionato a fare almeno un acquisto, in vista soprattutto del Natale. 


Come spiega Codacons, sono 27 milioni gli italiani pronti a fare acquisti in occasione del prossimo Black friday, con una crescita di acquirenti dell’8% rispetto al 2020. Il 39% dei regali di Natale sarà acquistato proprio durante la settimana di sconti; il 61% delle compere avverrà online, mentre il 39% dello shopping si concentrerà nei negozi fisici. Non solo affari per il black friday, una medaglia che, come spiega Renato Borghi, presidente di Federazione Moda Italia-Confcommercio, ha il suo rovescio: “Le stime sui volumi di vendita non vanno lette solo positivamente perché le promozioni in piena stagione, alle porte del Natale, danneggiano soprattutto quegli operatori dei negozi multibrand i quali sacrificano una marginalità che, dopo il tracollo delle vendite del 2020 e inizio 2021, è divenuta sempre più di sopravvivenza”. In conclusione quindi “bene contemperare gli interessi di sostenibilità economica ed ambientale, per cui il nostro consiglio è di acquistare sempre nei negozi di prossimità, quelli di fiducia, dove trasparenza e servizio, oltre che il prezzo, sono più che garantiti dal lunedì alla domenica”. 

Ma con l’avvicinarsi del Black friday aumentano i tentativi di truffa online: più che raddoppiati fra settembre e ottobre in vista dell’appuntamento con gli affari scontati, passando 627.560 a 1.935.905, pari a un’impennata del 208%. Dal 27 ottobre al 19 novembre, nel periodo subito prima della stagione dei saldi, sono state registrate 221.745 email di spam contenenti le parole ‘Black Friday’. Si tratta in prevalenza di attacchi di phishing che riproducono finte pagine per il pagamento elettronico in fase di acquisto. Amazon è l’esca più utilizzata. 

Quando si fanno acquisti su articoli scontati, per prima cosa serve accertarsi che effettivamente i prezzi mostrati siano davvero delle offerte. Il consumatore purtroppo non ha alcun modo di fare il confronto perché non conosce il vero prezzo di partenza. Salvo non sia tenuto d’occhio il prodotto e, in quel caso, fare il raffronto è d’obbligo. Più difficile farlo peri prodotti online. 

Ricordiamo inoltre che comprare con gli sconti non toglie il diritto di recesso e la garanzia sui prodotti acquistati. In particolare, il diritto di recesso va esercitato entro 14 giorni dall’acquisto. È possibile cambiare il prodotto e riavere i soldi spesi, non un semplice buono acquisto. Lo stesso dicasi per la garanzia: se il prodotto ha un difetto di conformità o di produzione, il consumatore ha diritto alla sostituzione o al rimborso di quanto pagato. 

Attenzione ai pagamenti: sul web conviene usare Paypal o con carte prepagate e non comunicare mai i dati personali, via telefono o via mail. Non inserite mai dati privati online. Il simbolo lucchetto sulla barra di indirizzo indica il sistema di sicurezza internazionale. 

 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Super green pass, cos'è: tutte le nuove misure, da quando è in vigore

Articolo successivo

Covid Germania oggi, record di contagi: superati i 100mila morti

Articoli correlati
P