Terza dose, Bassetti: “Ipotesi per tutti solo nel 2022”

Terza dose vaccino Covid, “i dati che vengono fuori da Israele e da altri Paesi che hanno iniziato a fare la terza dose agli over 60 sono buoni. E’ una dose booster che potenzia la risposta anticorpale ma occorre andare per gradi: gli over 80 e i fragili devono avere la priorità più alta, dopo gli altri piano piano entro l’anno. Chi è sotto i 65 anni avrà dose di richiamo annuale ma ci penseremo nel 2022, per quest’anno concentriamoci su chi è fragile e i super anziani. E’ comunque una buona strategia e i dati scientifici non lasciano dubbi sull’efficacia di una dose addizionale nel rafforzare l’immunità”. Così all’Adnkronos Salute Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova, commenta la circolare del ministero della Salute che prevede una dose ‘booster’ di vaccino per i fragili di ogni età e per tutti gli over 60 sempre dopo almeno sei mesi dal completamento del ciclo primario di vaccinazione.  


Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati
P