Servizio Link building: perché è importante per un sito web

Ancona 05/11/2021 – Chiunque si occupi di siti web e della loro promozione è conscio di quanto siano utili e preziose le attività di link building a cui si deve ricorrere per far sì che un marchio online possa avere successo. In materia di Seo, la link building rappresenta un tema oggetto di discussione per tutto ciò che ha a che fare con l’ottimizzazione per i motori di ricerca: non solo si dibatte a proposito della sua effettiva efficacia, ma si cerca di capire quali siano le modalità più efficaci per metterla in atto. A questo punto, però, vale la pena di fare un passo indietro per scoprire come si fa la link building. 


Che cos’è la link building
 

La link building può essere considerata una vera e propria disciplina che, come il suo nome lascia intuire, riguarda la costruzione di link. Il suo scopo è quello di rendere un sito web più autorevole, e ciò avviene attraverso l’acquisizione di backlink, cioè collegamento che provengono da altri siti, selezionati a seconda della loro notorietà, delle loro caratteristiche e dei temi che vengono affrontati. I backlink, in sostanza, sono link che hanno la capacità di accrescere il livello di autorevolezza di un sito per come esso viene riscontrato da Google e dagli altri motori di ricerca. In presenza di un tasso di stima abbastanza alto, aumentano le probabilità per un sito di comparire nel novero dei risultati mostrati ai primi posti nel momento in cui un utente cerca determinate informazioni. 

A cosa servono gli inbound link
 

Gli inbound link si potrebbero considerare come degli attestati di stima, grazie a cui gli algoritmi di Google sono in grado di capire che un determinato sito è autorevole e, quindi, offre un valore agli utenti che possono essere interessati ai temi che vengono affrontati. Un sito che ottiene un gran numero di link da siti in linea con la sua nicchia è considerato più importante rispetto a un sito che, pur facendo parte dello stesso ambito, non viene linkato da altri. 

La Seo e i fattori che incidono sul posizionamento
 

Se si pensa alla Seo come a un ecosistema di vari parametri, è facile comprendere che i fattori che condizionano il posizionamento hanno un peso che può variare con il passare del tempo e un’influenza differente in funzione dell’ambito. Per esempio, i siti che parlano di temi economici e di medicina, che in gergo sono indicati con l’acronimo YMYL (che sta per Your Money Your Life), rientrano nel novero di quelli per cui sono di fondamentale importanza le attestazioni di valore, come per esempio le menzioni, che provengono da soggetti esterni. Per altro, queste attestazioni possono essere rappresentate anche da recensioni, backlink o occorrenze. In ogni caso, costituiscono una dimostrazione di qualità e al tempo stesso una certificazione di autorevolezza. 

Perché i parametri sono variabili
 

Il discorso è diverso, per esempio, in un ambito quale quello relativo alla divulgazione letteraria, dove potrebbe essere la completezza dei contenuti a incidere di più. Nel settore dei viaggi, invece, sono decisive soprattutto le immagini e la loro qualità. Insomma, come è facile intuire, si tratta di fattori con un livello di importanza che cambia in base a molteplici aspetti: le necessità dei lettori, il tipo di competitor, il contesto, e così via. Quel che è ovvio, però, è che la link building è comunque fondamentale per fare in modo che la visibilità di un marchio possa aumentare. Di sicuro per avere risultati di posizionamento che si prolunghino nel corso del tempo c’è bisogno di contenuti di
qualità, ma serve anche investire nella link building per far esprimere un sito al massimo e sfruttare tutte le sue potenzialità. 

La selezione dei link
 

I link trasmettono un valore più o meno elevato a seconda della pertinenza e dell’autorità dei siti di
provenienza. Queste doti dipendono sia dai contenuti che dall’insieme di attività che vengono compiute online, come per esempio la presenza a eventi di settore, il passaparola, le pubblicazioni cartacee, e così via. Inoltre, è necessario tenere conto delle menzioni e dei link che provengono da soggetti considerati competenti. Si parla di link juice per indicare come l’attinenza tematica fra siti corrisponda alla pertinenza e incida sul valore in termini di posizionamento. Per essere più chiari, un sito con un elevato livello di autorevolezza che linka un sito di un altro settore genera meno valore rispetto a un link diretto a un sito con una maggiore attinenza. 

Come sfruttare gli algoritmi di Google
 

Per quanto possano essere evoluti, gli algoritmi di Google sono in fin dei conti delle macchine, nel senso che operano in modo piuttosto meccanico. Questo vuol dire che concentrarsi anche su uno solo dei fattori che abbiamo menzionato fino a questo momento potrebbe bastare per ottenere dei benefici importanti grazie alla link building. Ma al tempo stesso è sempre preferibile concentrarsi su entrambi, e cioè sia sull’autorevolezza che sulla pertinenza, in modo che i risultati conseguiti possano durare a lungo nel tempo. Tutti e due gli aspetti, insomma, devono essere coltivati per avere la certezza che i vantaggi offerti dalla link building possano esprimersi al massimo. 

La link building naturale
 

Google prevede che l’acquisizione di link non sia artificiosa ma naturale, e quindi sia solo il risultato di una crescita del livello di autorevolezza del marchio, dovuta a sua volta alla redazione di contenuti con un certo valore. Insomma, tutto deve dipendere dalla spontaneità dei lettori che, avendo apprezzato un sito, desiderano farlo conoscere attraverso il passaparola. La realtà dei fatti è ben diversa, dato che quasi sempre i link si ottengono tramite procedure di vendita e di acquisto: da una parte ci sono i siti che vogliono diventare più visibili e dall’altra parte ci sono siti disponibili ad accogliere i link. I motori di ricerca non ignorano tale tendenza, e quindi studiano algoritmi che servono a identificare i collegamenti ottenuti in modo non naturale, al fine di peggiorare il
posizionamento dei siti che se ne avvalgono. 

Per saperne di più: a chi rivolgersi per un servizio di link building
 

Se si vuol usufruire di un Servizio Link Building efficace per per la promozione del proprio brand, è indispensabile affidarsi a professionisti del settore: per esempio quelli di Digital PR Store, un marketplace concepito per il self publishing che consente di sfruttare l’inbound marketing per promuovere la propria attività. Qui, infatti, si possono scegliere i migliori siti, blog e quotidiani online disponibili alla pubblicazione di contenuti di approfondimento e comunicati stampa aziendali. 

CONTATTI
 

Digital PR Store è un progetto Bit Beat Srl 

https://digitalpr.store
 

info@digitalpr.store
 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati
P