Sant’Anna 1984 pronta a fornire personale vaccinato per l’assistenza domiciliare

Roma, 7 ottobre 2021 – Oggi la percentuale di richieste di risorse vaccinate sfiora il 95% del totale. Tra le tante implicazioni causate dall’emergenza Covid-19 vi è anche la richiesta di personale
vaccinato per l’assistenza domiciliare a persone malate o anziane, in modo da limitare i rischi di contagio per una categoria particolarmente fragile ed esposta. Una richiesta che, in Italia, riguarda circa 100.000 badanti.
 


Già da tempo le associazioni dei datori di lavoro domestico chiedevano vaccino e obbligo di esibire la certificazione per chi si occupa della cura degli altri. Un ambito in cui, tra l’altro, circa il 70% dei lavoratori è straniero, e proveniente da Paesi nei quali la copertura vaccinale è inferiore rispetto all’Italia, e in cui è diffuso il lavoro sommerso. 

Secondo Domina (Associazione Nazionale Famiglie Datori di Lavoro Domestico) nelle case degli italiani ci sono almeno 600 mila lavoratori domestici senza green pass, mentre per Assindatcolf (Associazione Sindacale Nazionale dei datori di lavoro domestico) tale cifra sale addirittura a un milione, circa la metà delle persone impiegate in totale tra regolari e irregolari. 

Un vero e proprio “esercito di persone” che dal 15 ottobre, in base al Decreto Legge n. 127 che introduce l’obbligo di esibire il green pass per accedere a tutti i luoghi di lavoro, se non si vaccineranno potrebbero essere sospese dalla loro attività, lasciando di conseguenza moltissime
famiglie senza l’aiuto di cui hanno bisogno a casa per assistere i propri anziani o malati. 

Per andare incontro a tale esigenza, e per evitare il proliferare di lavoro non conforme alle normative a causa delle difficoltà in cui le famiglie si troverebbero, Sant’Anna 1984, Cooperativa Sociale di Roma leader nell’assistenza domiciliare con all’attivo circa 200 collaboratori, è pronta a fornire a chi ne ha necessità personale qualificato e vaccinato. 

Sant’Anna è sempre stata molto sensibile al tema Covid, e ha sempre seguito alla lettera tutte le normative imposte dallo Stato, così da poter rasserenare i nostri assistiti e mettere nelle migliori condizioni tutte le nostre risorse. Da quando è stato trovato il vaccino, ha iniziato a ricevere molte richieste di risorse vaccinate; all’inizio, 6 mesi fa, tali richieste rappresentavano il 30% del totale, oggi la percentuale sfiora il 95% come conferma Alessandro Luisi, Direttore Commerciale di Sant’Anna 1984, che nel suo ruolo ha il polso diretto dei dubbi e delle preoccupazioni delle famiglie che si rivolgono alla Cooperativa. 

Presidente di Sant’Anna 1984 è Kristina Tatenko, giovane imprenditrice russa, classe 1984, appassionata di sociale e di psicologia. Kristina, figlia di un’operatrice sociale, ha sviluppato una grande sensibilità sul tema che le ha permesso con grande impegno di costruire un ambiente di lavoro professionale e stimolante per dipendenti e collaboratori. 

Per ulteriori informazioni e / o richieste stampa, contattare:
 

Ufficio Stampa
 

MB 4.0 srl
 

Ref. Laura Galbiati
 

press@marcobacini.com
 

Tel. +39 02 26924347 

info@marcobacini.com
 

Per informazioni Sant’Anna 1984: 

https://www.santanna1984.it
 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati
P