La ricerca per il cibo resiliente, i vincitori del Bologna Award 2021

Va ex aequo ai ricercatori Lea Nicita, Marie Sklodowska-Curie Global Research Fellow presso Yale University, e Alessandro Matese del Cnr, Centro Nazionale delle Ricerche, il Bologna Award 2021 per lo sviluppo sostenibile nella produzione agroalimentare. “Le loro ricerche, entrambe focalizzate sui Paesi dell’area euro-mediterranea – spiegano le motivazioni – aprono nuove e concrete opportunità di rafforzamento della resilienza agricola di fronte al cambiamento climatico”. 


Sveva Sagramola, Massimiliano Ossini, Sabrina Giannini, Patrizio Roversi, Ivano Valmori e Giannozzo Pucci sono gli Ambasciatori ‘City of Food Master’ mentre il Bologna Award 2021 alla carriera va allo studioso e accademico William H. Meyers, professore emerito all’Università del Missouri, ispiratore della visione internazionale sui temi dell’impatto economico e ambientale dello spreco alimentare.  

La condivisione dei saperi per lo sviluppo sostenibile, anche e soprattutto in agricoltura: questo l’obiettivo di Bologna Award (‘Sharing. Condivisione è sostenibilità’, il tema di quest’anno), il Premio Internazionale per la sostenibilità agroalimentare ideato e promosso da Caab, Centro Agroalimentare di Bologna in sinergia con Fondazione Fico, quest’anno al traguardo della sua sesta edizione che si svolgerà a Bologna in occasione della Giornata mondiale dell’alimentazione, venerdì 15 e sabato 16 ottobre 2021.  

Aspetto peculiare del Bologna Award – International Sustainability and Food Award è che i vincitori, sin dal momento dell’accettazione, si impegnano a donare il valore del premio in favore di progetti e iniziative di settore sostenibili, durevoli e/o solidali, affinché la ricerca possa ulteriormente progredire e moltiplicare circoli virtuosi nell’ambito agro-alimentare e agro-ambientale sul pianeta. I vincitori saranno premiati venerdì 15 ottobre, a Palazzo D’Accursio (17.30). 

“Bologna Award è una bussola, un indicatore importante per il futuro dell’agricoltura sostenibile – spiega il presidente Caab e Fondazione Fico Andrea Segrè – Da sei anni la città del cibo, Bologna, nella Giornata mondiale dell’Alimentazione diventa città della ricerca scientifica per lo sviluppo sostenibile dell’agricoltura. I vincitori 2021 confermano questa straordinaria vocazione e l’attualità di un riconoscimento strettamente legato alle strategie utili per affrontare il cambiamento climatico già in corso e guardare con progetti concreti agli Obiettivi 2030”.  

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati
P