Irving no vax, Dan Peterson: “E’ un terrapiattista…”

“Irving è un giocatore dal talento spaziale, geniale, però bisogna saper stare al mondo e col suo comportamento dimostra ancora una volta di non essere affidabile”. Dan Peterson, ex allenatore tra le altre di Virtus Bologna e Olimpia Milano, commenta così all’Adnkronos la decisione dei Brooklyn Nets di mettere fuori squadra Kyrie Irving a pochi giorni dall’inizio della regular season Nba: la superstar finora ha rifiutato di fare il vaccino contro il Covid. 


“Condivido la ferma posizione dei Nets che stanno pensando a soluzioni per rimpiazzarlo durante tutta la stagione, ormai i giocatori non vaccinati in Nba sono veramente pochi -prosegue Peterson-. Io personalmente andrò oggi pomeriggio a fare la terza dose. Tornando a Irving, i suoi comportamenti non sono una novità, basti pensare al fatto che è un sostenitore del terrapiattismo, e non aggiungo altro”. 

“Bisogna saper stare al mondo, Irving ha dimostrato grande talento in campo ma non fuori, da ex allenatore dico che se non hai una testa quadrata è difficile che riesci a giocare alla grande magari in gara 7 di un playoff, o in una finale olimpica, e lui è così, nelle partite che contano spesso è mancato”, conclude Peterson. 

IRVING – A illustrare la posizione di Irving prova il sito ‘The Athletic’. Irving non sarebbe contro i vaccini, non sarebbe un no vax, ma avrebbe deciso di battersi per le istanze portate avanti da quelle persone che hanno perso il lavoro a causa delle imposizioni dettate dalla somministrazione del vaccino. Si tratterebbe di una battaglia più grande di quelle che deve affrontare sul parquet: “Vuole essere le voce di chi non viene ascoltato”, spiegano fonti vicine al giocatore. 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati
P