Discoteche aperte e capienza cinema, teatri e sport: ok Cdm, Lega vota a favore

Via libera del Consiglio dei ministri al decreto che allenta ulteriormente le strette anti Covid, riportando al 100%, in zona bianca, le capienze degli spazi culturali, in primis cinema e teatri, ‘sbianchettando’, tra le altre cose, il rispetto della distanza interpersonale di un metro tra spettatori. Il dl prevede anche la riapertura delle discoteche, prevedendo che “la capienza non può comunque essere superiore al 75 per cento di quella massima autorizzata all’aperto e al 50 per cento al chiuso”. La Lega ha votato a favore del decreto. Lo apprende l’AdnKronos da fonti di governo. 


“Il provvedimento del governo sulle capienze è una boccata d’ossigeno per l’intero Paese e per tante attività economiche. Il green pass funziona, il numero dei vaccinati aumenta, e di conseguenza in queste ultime settimane i dati dei contagi, delle ospedalizzazioni e dei decessi sono sensibilmente calati. In zona bianca ci saranno, dunque, importanti novità. Nel settore degli spettacoli – cinema, teatri, concerti – la capienza sarà al 100%, sia al chiuso che all’aperto. Per gli eventi sportivi sarà possibile riempiere gli impianti al 60% al chiuso e al 75% all’aperto. Per le discoteche e per i locali da ballo avremo una capienza del 50% al chiuso e del 75% all’aperto. In tutti questi luoghi sarà possibile accedere con il green pass, vero strumento di libertà che ci sta riportando gradualmente alla normalità”. Lo afferma in una nota Mariastella Gelmini, ministro per gli Affari regionali e le autonomie e capo delegazione di Forza Italia al governo. 

“Forza Italia, insieme alla delegazione del centrodestra al governo, ha fortemente voluto questo allargamento delle maglie, che non è un liberi tutti ma che ci consente di dar fiato a tante realtà economiche sinora fortemente penalizzate dalla pandemia. Rivendichiamo, dunque, questo successo. Siamo estremamente soddisfatti per i traguardi raggiunti, per il metodo con il quale sono stati approvati, per il coinvolgimento, mai mancato con questo esecutivo, delle Regioni e degli enti locali. Avanti così”. 

Il presidente Massimiliano Fedriga esprime ”soddisfazione per le maggiori aperture delle attività maggiormente colpite durante la pandemia, in particolar modo in riferimento alla capienza di cinema, stadi e discoteche. Una decisione in linea con quanto la Regione Friuli Venezia Giulia aveva già portato all’attenzione del governo”. E’ quanto si apprende da fonti delle Regioni.
 

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati
P